Mediterraneo, quando la collaborazione fa la forza

Un ristorante che già c’era, ma che nei mesi di lockdown ha saputo reinventarsi completamente, grazie anche a delle nuove collaborazioni. Parliamo di Mediterraneo, il bar-ristorante del Maxxi - Museo Nazionale delle arti del XXI secolo, la spettacolare struttura progettata da Zaha Hadid per contenere l’arte contemporanea a Roma, diventato oggi uno dei meeting point più gettonati della Capitale. Gli allestimenti estivi, dettati anche dalle esigenze di distanziamento post-Covid, hanno fatto puntare tutto sugli ampi spazi esterni del ristorante che si sono trasformati nel centro di gravità del locale.

  • “Altro…”

    Ad esempio, nel giardino sono state collocate le Homy, cupole che ricordano gli igloo, ma fatte con le canne del legno di bambù proveniente da un bosco della Versilia. Ciascuna ha un diametro di 5 metri e ospita tra tavolini e sedute fino a 4/5 persone per garantire il rispetto della distanza di sicurezza. Ma, come dicevamo, la vera forza del progetto sta nelle collaborazioni e nelle partnership messe in piedi dalla squadra capitanata dall’imprenditore Alessandro Cantagallo. Alla cucina e alla pasticceria di Mediterraneo (in cucina c'è lo chef Emanuele Pompili) si sono aggiunti i piatti fusion del ristorante - cocktail bar Palmerie Parioli (presente con un proprio sushi bar), i gelati di Verde Pistacchio - un food truck della gelateria artigianale di via Nazionale è in azione nello scenografico garden del ristorante - e le birre firmate Birra Messina in degustazione presso un corner dedicato battezzato Beer 'N Shot con le versioni Ricetta Classica e quella con cristalli di sale di Sicilia. Tutto questo, come anticipato, si somma al menu à la carte di Mediterraneo, con alcuni pezzi forti come lo "Spaghettone ajo, ojo e crudo di gambero rosso di Mazara" o come la tartare di manzo, di salmone o veggie con avocado. In proposta anche lo street food con cartocci di fritti e sfizi e i signature cocktail della drink list Premium. Tocco finale le leccornie di Irene Tolomei, pastry chef resident di Mediterraneo, che si è fatta conoscere partecipando alla sesta edizione Bake Off Italia e ha poi approfondito le sue conoscenze in altri laboratori prima di approdare al ristorante del Maxxi. A.T.

I partner f&b del progetto estivo di Medïterraneo

Palmerïe Parioli

Palmerïe Parioli 
Il rinomato ristorante
e cocktail bar capitolino
è presente con il suo Sushi bar.
Una proposta che va ad integrare
il menu à la carte
di Medïterraneo e lo street food

Verde Pistacchio

Verde Pistacchio
In azione nello spazio garden

del ristorante il food truck della gelateria
di via Nazionale con crepes,
semifreddi e gelati
(senza lattosio)

Birra Messina

Birra Messina 
Sempre nello spazio garden del ristorante
il banco Beer 'N Shot propone in degustazione
Birra Messina nelle versioni Ricetta Classica
e Ricetta Speciale con i cristalli di sale di Sicilia

 

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome