Il tartufo bianco d’Alba entra in miscelazione

Il prezioso ingrediente mira a ritagliarsi uno spazio sul bancone dei bartender. Le ricette di Guglielmo Miriello e Maxim Schulte

Maxim Schulte tartufo bianco d'Alba

C’è un nuovo ingrediente che vuole ritagliarsi un suo spazio sul bancone dei bartender. È il tartufo bianco d’Alba, rinomata eccellenza piemontese, che dopo aver conquistato gli chef di tutto il mondo ora punta ad ammaliare anche gli artisti della mixology.

Foto di Giorgio Perottino – Getty Images

L’idea è dell’Ente Fiera Nazionale del Tartufo Bianco d’Alba e Giulio Cocchi che mirano a diffondere la cultura del prezioso Tuber magnatum Pico, questo il nome scientifico del tartufo bianco, e il suo impiego in ambiti al di fuori del suo tradizionale campo di utilizzo. Un progetto che, in particolare, mira a sposare il sapore del tartufo bianco con i gusti dei grandi vini aromatizzati piemontesi, a partire dal Vermouth di Torino, attraverso ricette di cocktail ufficialmente riconosciute da Ente Fiera e Cocchi.

Guglielmo Miriello tartufo d'AlbaUn progetto che ha dato già i suoi primi frutti con le originali creazioni di due astri della miscelazione internazionale, chiamati a cimentarsi in questa sperimentazione: Guglielmo Miriello (nella foto a fianco), bar manager del Ceresio 7 di Milano, e Maxim Schulte (nella foto in apertura), ex head bartender dell’American Bar del Savoy di Londra, attualmente alla guida del cocktail bar del Kol Restaurant, nel quartiere di Marylebone della City.

Per quanto riguarda Miriello, la sua creazione Italian Gentleman è preparata con whisky Dalmore 12 y old aromatizzato, con la tecnica del fat wash, con lardo piemontese, cognac Hennessy XO, Americano Cocchi, bitter al cioccolato homemade, che viene presentato in una elegante bottiglia e affumicato con legno di ciliegio, per poi essere completato, una volta versato nel bicchiere, con una guarnizione di tartufo lamellato. Un cocktail complesso dal profilo armonico e morbido, grazie alla dolcezza data dai due distillati invecchiati, che vanno a bilanciare quelle leggermente amaricanti dei fiori di genzianella dell’Americano Cocchi e della corteccia di china del Barolo Chinato, intrecciandosi sapientemente con l’intenso aroma del tartufo.

Volutamente minimalista è, invece, Alba – Torino, il drink ideato da Schulte. La sua ricetta è composta infatti da Storico Vermouth di Torino Cocchi infuso con lamelle di tartufo bianco d’Alba, Barolo Chinato Cocchi e London dry gin, completato da una decorazione sempre di lamelle di tartufo bianco. Una formula facilmente replicabile che, a dispetto della sua semplicità, regala un cocktail dai profumi e dai sapori ricchi, avvolgenti e inebrianti.

Sperimentare: l'invito ai bartender

Due creazioni di altissimo livello che mostrano la versatilità del tartufo bianco e dei vini aromatizzati piemontesi di Cocchi, anche nell’abbinamento con ingredienti non canonici, e che forniscono spunti interessanti a tutti i bartender che vogliono cimentarsi nella prova. L’invito di Cocchi e dell’Ente Fiera ai mixologist è infatti di sperimentare, dando spazio alla propria creatività, ricette con questa preziosa materia prima, inviandola, completa di foto in alta risoluzione o di filmato a news@cocchi.com e info@fieradeltartufo.org. Le migliori proposte verranno pubblicate sui social dell’azienda di Cocconato (Asti) e della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba.

Le ricette

Italian Gentleman di Guglielmo Miriello

Italian Gentleman guglielmo miriello

Ingredienti:

15 ml whisky Dalmore 12 y old aromatizzato con lardo piemontese, 15 ml Hennessy XO, 25 ml Americano Cocchi, 10 ml Barolo Chinato Cocchi, 3 ml bitter al cioccolato, 4 grammi di lamelle di tartufo bianco d’Alba.

Preparazione:

scaldare dolcemente 30 gr di lardo piemontese a 60° C. Versare 300 ml di whisky all’interno di un recipiente ermetico e aggiungere il grasso disciolto del lardo, agitare e riporre in abbattitore a -20° C. Attendere che la parte grassa si congeli e poi filtrare il whisky utilizzando un passino a maglia stretta, facendo attenzione a rimuovere tutte le impurità, e riporre in una bottiglia. Versare tutti gli ingredienti in un mixing-glass, aggiungere ghiaccio e miscelare per circa 15 secondi. Versare il contenuto in una bottiglia di servizio da 150 ml e affumicare con legno di ciliegio. Versare il contenuto in un bicchiere e decorare.

Decorazione:

4 grammi circa di tartufo bianco d’Alba lamellato on the rocks.

Bicchiere:

tumbler basso

Alba – Torino di Maxim Schulte

Alba - Torino Maxim Schulte 2

Ingredienti:

50 ml Storico Vermouth di Torino Cocchi infuso con lamelle di tartufo bianco d’Alba per 32 ore, 20 ml Barolo Chinato Cocchi, 10 ml London dry gin

Preparazione:

stir

Decorazione:

lamelle di tartufo bianco d’Alba

Bicchiere:

tumbler basso

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome