Bottega 0, le bollicine no alcol di Bottega

Fresca vivace e di carattere, questa nuova bevanda effervescente analcolica, ottenuta da mosto d'uva, apre il mondo degli spumanti al trend del no alcol

Bottega 0 no alcol

Prosegue all’insegna delle novità questo inizio di anno per Bottega. Dopo il lancio del liquore cremoso Panna Cotta Bottega (leggi: Panna Cotta, il liquore cremoso di Bottega ispirato al dessert) la cantina e distilleria di Bibano di Godega (Treviso) presenta ora Bottega 0, una bevanda rosé effervescente analcolica ottenuta da mosto d’uva.

La nuova bevanda strizza l’occhio alla grande tradizione degli spumanti, una delle produzioni di punta dell’azienda, dei quali rievoca tutto il fascino delle bollicine, ma in versione zero alcol, e nasce per andare incontro alle esigenze di quella parte di consumatori che amano bere bene, ma che non vogliono o possono assumere alcol. Un trend in forte crescita negli ultimi anni, al quale la stessa cantina veneta aveva già guardato in passato con il lancio, una decina di anni fa di Elisir 0, rilanciato lo scorso anno, un amaro analcolico alle erbe.

Tornando al nuovo prodotto, Bottega 0 è il frutto di una lunga ricerca degli enologi dell’azienda per arrivare a creare una bevanda che aprisse al trend del no alcol anche il mondo degli spumanti con un risultato finale di qualità. Non a caso il suo processo produttivo ricalca quello dei vini. La materia prima è costituita da uve raccolte solo quando hanno raggiunto un buon equilibrio tra zuccheri e acidità. Si procede quindi alla loro diraspatura e poi alla pressatura soffice, per ottenere un mosto che viene conservato in vasche refrigerate in modo da evitare che si avvii la fermentazione alcolica. Al mosto viene aggiunta l’anidride carbonica, il cui sapiente dosaggio dona freschezza, vivacità e carattere alla bevanda, che infine viene filtrata e imbottigliata.

Il risultato è una bevanda rosé, presto arriverà anche la versione bianca, dall’intenso aroma di mosto, accompagnato da fresche note fruttate e sentori floreali, ideale da proporre in ogni momento della giornata, servendola fredda a una temperatura di 4–5 °C. Perfetta come aperitivo, accompagnata con appetizer di formaggi, soprattutto freschi a base di latte di capra e di pecora, si sposa bene anche con preparazioni dolci, in particolare pasticcini e crostate e con frutta, ma si propone anche come nuovo ingrediente per la miscelazione, in particolare per la preparazione di cocktail con frutta.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome