Successo italiano ai World’s 50 Best Bars

World’s 50 Best Bars 2021_Connaught Bar1
Il team "italiano" del Connaught Bar di Londra, locale al primo posto nella classifica 2021 di The World's 50 Best Bars
Grandi risultati per l'Italia con sette locali in classifica, dei quali ben tre nella top 50: Drink Kong, 1930 e Camparino in Galleria. Al vertice della lista si conferma il Connaught Bar di Londra di Ago Perrone, mentre al 3° posto sale Giacomo Giannotti con il suo Paradiso di Barcellona

È andato in scena la sera del 7 dicembre alla Roundhouse, nel quartiere londinese di Camden Town, il party più atteso dell’anno per il mondo del bartending: il gala annuale dei World’s 50 Best Bars. Nonostante le tante incertezze dovute alla pandemia, tanti i bartender, giornalisti e operatori della bar industry provenienti di tutto il mondo ha preso parte all’evento, tornato a svolgersi in presenza dopo oltre 2 anni e organizzato nel rispetto dei massimi standard di sicurezza, attendendo con ansia, tra cocktail e stuzzichini, di conoscere la classifica dei migliori locali del mondo.

Classifica (che riportiamo in fondo all’articolo) che quest’anno ha regalato grandi soddisfazioni all’Italia, con ben 7 locali entrati nella lista, dei quali 3 nella top 50.

Il Connaught "italiano" ancora primo

Per il secondo anno consecutivo, il Connaught Bar, il locale londinese guidato da Ago Perrone, Giorgio Bargiani e Maura Milia e con un team quasi interamente italiano, si è piazzato al primo posto, confermandosi il gold standard per lo stile italiano di ospitalità, capace di mettere l’ospite al centro dell’esperienza sin da quando varca la soglia dello storico bar. Il servizio del Martini Cocktail, personalizzato sul cliente e preparato direttamente al tavolo, grazie al Martini Trolley, marchio di fabbrica del locale è l’emblema di questa idea di ospitalità.

Il nuovo successo diventa ancora più rilevante se si considera che in 13 anni di storia dei World’s 50 Best Bars solo tre bar, il Milk and Honey, l'Artesian e ora il Connaught Bar, hanno ottenuto il titolo di miglior bar del mondo più di una volta. «Il Connaught resta un locale classico e tradizionale, ma lavoriamo costantemente per spingere sempre più avanti i confini della creatività e sorprendere i nostri ospiti con innovazioni sofisticate ed eleganti», ha commentato Ago Perrone, condividendo la formula vincente del cocktail bar. 

Anche Giannotti sul podio

Altrettanto notevole il risultato ottenuto dal carrarese Giacomo Giannotti, bartender e patron del Paradiso di Barcellona, piazzatosi al 3° posto, dal 19° dell'edizione 2020. Altri connazionali "nel mondo" a lasciare il segno in classifica sono Laura Marnich, bar manager dello Zuma a Dubai e membro del Drink Team di Bargiornale (17°) e Simone Caporale con il suo Sips, aperto lo scorso anno a Barcellona, entra in classifica piazzandosi al 37° posto.

Drink Kong, 1930 e Camparino nei 50 migliori

Non minori soddisfazioni arrivano dai locali della Penisola, con il Drink Kong di Roma di Patrick Pistolesi al 19° posto, seguito dal 1930 di Milano (20° posto), ormai da anni presenza costante in classifica, e l'iconico Camparino in Galleria di Milano, capitanato da Tommaso Cecca, che entra per la prima volta nella lista, piazzandosi al 27° posto.

Senza dimenticare le quattro new entry nella lista dal 51° al 100° posto (leggi Quattro italiani (di 4 città) nei The World’s 50 best bars (dal 51 al 100): perché è una buona notizia): il Locale di Firenze (51°), The Court a Roma, guidato da Matteo “Zed” Zamberlan, L'Antiquario a Napoli (82°) e il Cera a Milano (85°), locale quest’ultimo aperto solo sei mesi fa.

I premi speciali

Nel corso della serata di gala World’s 50 Best Bars sono stati anche assegnati diversi premi speciali. Tra questi The Highest New Entry Award, sponsorizzato da Disaronno e andato all’Hanky Panky di Città del Messico (12° posto), il London Essence Best New Opening Award assegnato all’Insider Bar di Mosca (13° posto), il Michter's Art of Hospitality Award conquistato dal Salmon Guru di Madrid (24° posto) e il Ketel One Sustainable Bar Award andato al Re di Sydney di Matt Whiley.

Il boom dell’Asia

Scorrendo la classifica, altro aspetto da segnalare è la sempre più folta presenza di locali asiatici in lista, con ben 16 cocktail bar nella top 50. Per la prima volta dal 2010, un locale indiano rientra in classifica, il Sidecar di Nuova Delhi (47°), mentre il Coa di Hong Kong, arrivato in settima posizione, è il miglior bar del Continente. Continente dove la parte del leone la fanno i cocktail bar di Singapore, con ben 6 piazzamenti in lista: il Jigger & Pony (9°), il Manhattan (15°), l’Atlas (16°), ai quali si aggiungono le new entry No Sleep Club (26°) e MO Bar (36°), e il ritorno in classifica del Tippling Club (43°).

THE WORLD’S 50 BEST BARS 2021

  1. Connaught Bar - Londra – Regno Unito
  2. Tayēr + Elementary - Londra – Regno Unito
  3. Paradiso - Barcelona - Spagna
  4. The Clumsies – Atene - Grecia
  5. Florería Atlántico - Buenos Aires - Argentina
  6. Licorería Limantour – Città del Messico - Messico
  7. Coa - Hong Kong - Cina
  8. El Copita San Pietroburgo - Russia
  9. Jigger & Pony - Singapore - Singapore
  10. Katana Kitten - New York - Usa
  11. Two Schmucks - Barcellona - Spagna
  12. Hanky Panky – Città del Messico - Messico
  13. Insider Bar - Mosca - Russia
  14. Baba au Rum – Atene - Grecia
  15. Manhattan – Singapore - Singapore
  16. Atlas - Singapore - Singapore
  17. Zuma - Dubai – Emirati Arabi Uniti
  18. The SG Club - Tokyo - Giappone
  19. Drink Kong - Roma - Italia
  20. 1930 – Milano - Italia
  21. Presidente - Buenos Aires - Argentina
  22. Maybe Sammy - Sydney - Australia
  23. Cantina OK! - Sydney - Australia
  24. Salmon Guru - Madrid - Spagna
  25. Handshake Speakeasy – Città del Messico - Messico
  26. No Sleep Club - Singapore - Singapore
  27. Camparino in Galleria - Milano - Italia
  28. Café La Trova - Miami - Usa
  29. Little Red Door – Parigi - Francia
  30. Dante - New York - Usa
  31. Kwānt - Londra – Regno Unito
  32. Bar Benfiddich - Tokyo - Giappone
  33. Tres Monos - Buenos Aires - Argentina
  34. Attaboy - New York - Usa
  35. Lucy’s Flower Shop – Stoccolma- Svezia
  36. MO Bar - Singapore - Singapore
  37. Sips - Barcellona - Spagna
  38. Baltra Bar – Città del Messico - Messico
  39. Sober Company - Shanghai - Cina
  40. Tjoget – Stoccolma – Svezia
  41. Epic - Shanghai - Cina
  42. Charles H - Seoul – Corea del Sud
  43. Tippling Club - Singapore - Singapore
  44. Above Board - Melbourne - Australia
  45. Galaxy Bar - Dubai – Emirati Arabi Uniti
  46. Re - Sydney - Australia
  47. Sidecar Nuova Delhi - India
  48. Union Trading Company - Shanghai - Cina
  49. DarkSide Hong Kong - Cina
  50. Quinary - Hong Kong - China

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome