Lavazza inaugura l’aula Q-Grader per gli specialisti dell’assaggio

Il Training Center di Torino ha un nuovo spazio dedicato ai professionisti che vogliono ottenere l’abilitazione ufficiale di assaggiatore di caffè del Coffee Quality Insitute riconosciuta da Sca.

La conferenza di presentazione della nuova aula Q-Grader all’interno del Training Center di Torino; da sinistra Susan Hollins chief educational officer Sca, Ric Rhinehart executive director Sca, Marcello Arcangeli, responsabile del training center network, Giuseppe Lavazza, vicepresidente del Gruppo Lavazza.

Con 40 anni di attività nel campo dell’educational, Lavazza continua il suo percorso per la diffusione della cultura del caffè attraverso il Training Center di Torino, con corsi sempre più specializzati. Al suo interno è stata inaugurata un’aula Q-Grader, uno spazio dedicato ai professionisti del settore che vogliono ottenere l’abilitazione ufficiale di assaggiatore di caffè riconosciuta da SCA – Specialty Coffee Association.

Nel corso della rapida conferenza di presentazione, Giuseppe Lavazza, vicepresidente del Gruppo Lavazza, ha ricordato che «i nostri Training Center hanno cominciato a lavorare nel 1979 per volontà di Emilio e Alberto Lavazza, che avevano compreso già allora l’importanza della formazione e della divulgazione della cultura dell’espresso. Oggi abbiamo 56 sedi in diversi Paesi nel mondo dove prepariamo 30mila persone l’anno»

«Quella di Lavazza è la prima aula Q-Grader aperta presso una torrefazione – ha proseguito Marcello Arcangeli, responsabile del training center network di Lavazza -. La nostra offerta formativa è completa: i moduli abbracciano pressoché tutti i moduli Sca; qui inoltre si sviluppa la ricerca di prodotto che poi si allarga a tutto il mondo, dove portiamo il nostro “cuore” italiano».

Un tavolo dell’aula inaugurata da Lavazza allestita per il cupping.

L’assaggiatore Q-Grader certificato dal Coffee Quality Institute, è la figura abilitata a stabilire quando un caffè si può definire “Specialty”, sulla base di precisi standard definiti da Sca: il prodotto deve superare una serie rigorosa di test che certificano l’assenza di difetti primari e un massimo di 5 difetti secondari e qualificarsi alla prova di assaggio con un punteggio superiore a 80/100. La sala ospita un massimo di 12 professionisti ed è dotata di un’apposita illuminazione rossa fondamentale per le sessioni di cupping in quanto non permette di cogliere i colori, dunque gusto e olfatto non sono influenzati dalla vista; due tavoli rotondi sono dedicati all’assaggio. Ci sono inoltre spazi attigui per la preparazione dei campioni da parte di insegnante e assistente e una stanza dedicata alle sessioni teoriche di studio. Sempre più il Training Center è in grado di organizzare cicli di lezioni mirate alle diverse necessità di approfondimento per ogni tipologia di target, puntando su professionalità, innovazione e creatività.

Aula Q-Grader illuminata con luce rossa per non influenzare gusto e olfatto con la vista.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome