Muscoli, quando la trattoria si fa circo (e diverte)

Quel che fuori Genova (e Liguria) suonerebbe come un’ostentazione di forza, all’ombra della Lanterna è soltanto una dichiarazione di amore per uno dei molluschi più amato e popolare: le cozze. O Muscoli, appunto, che è il nome dialettale ligure e insegna di questo Trattorante D.O.G.(Trattoria Ristorante di Origine Genovese) aperto a Genova lo scorso maggio da un’idea di Roberto Costa, da anni attivo nel mondo della ristorazione (la catena Macellaio RC conta quattro locali aLondra e uno a Milano di recentissima apertura).

  • Espandi


    Nello spazio delle Piscine di Albaro (piazza Henry Dunant,4) è espressa l’idea giocosa di ristorazione amata da Costa, affiancato in questo progetto dal socio e gestore Davide Pala. «Per me – spiega Costa – la ristorazione è spettacolo. Se a Londra e a Milano il tema è quello del teatro, qui ho voluto dare un taglio circense. Al centro del locale, allestito dai decoratori Fratelli Pennini, soci del progetto, abbiamo così messo una giostra elicoidale, che ospita la cucina a vista». Il focus, ovviamente, sono i muscoli, presenti in tutti i piatti, e provenienti, secondo stagione e caratteristiche, da La Spezia, Olbia, Lecce, Galizia, Francia e Grecia. Spesso sono protagonisti (è il caso dei muscoli ripieni, o dei muscoli gratinati ai porri), altre volte giocano a nascondino (ad esempio, nella ratatouille di verdure e muscoli, o nella minestra di asparagi, muscoli e guanciale). La cucina è pop, nella sostanza, nella forma e nei prezzi (che vanno da 6 a 11 euro). I fornelli però sono affidati ad una vecchia conoscenza genovese, Luca Collami, già stellato Michelin, e altro socio di questa avventura. «La nostra – prosegue l’imprenditore – è una cucina estremamente semplice, della memoria, vero comfort food. Ma sono riuscito a convincere uno chef come Collami a seguirmi nell’impresa. Credo molto nella tecnica e nella capacità di trattare gli ingredienti che hanno gli chef gourmet. Trovo che coniugare queste doti con una cucina popolare sia una cosa bellissima». Ampio lo spazio esterno, con un giardino di 400 metri quadrati, che ospita tavoli e un bar allestito in un carrozzone da circo, che proporrà anche 10 cocktail internazionali e 120 etichette di vino (la selezione è firmata The Wine Insider, il barman è Giuseppe Ghiani). Nel giardino, ci sarà una macchina dello zucchero filato, usufruibile gratuitamente. La partenza è stata lusinghiera, ma già si guarda al prossimo futuro: in estate – quando il locale sarà aperto la sera 7/7, da venerdì a domenica anche a pranzo – sarà lanciato l’aperitivo con flûte di Champagne e muscoli al verde, a 6 euro. Very pop, come Muscoli impone. A. R.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome