Iginio Massari, “re” della pasticceria a Milano

L’apertura era annunciata da tempo e finalmente è arrivato il momento. Iginio Massari, il Maestro dei maestri pasticceri, titolare della pregiata e pluripremiata Pasticceria Veneto di Brescia, è approdato a Milano: la sua pasticceria ha aperto i battenti a metà marzo. Ma non una pasticceria qualunque, e d’altronde visto il personaggio non potevamo aspettarci niente di meno.

«Avevo detto che avrei aperto a Milano se mi avessero dato uno spazio nel Duomo. Qui poco ci manca», scherza Massari. Il locale infatti non solo è in una posizione centralissima, a pochi passi dal Duomo ma – cosa insolita – si trova nella rinnovata filiale di Banca Intesa Sanpaolo di via Marconi, all’angolo con piazza Diaz.

  • Espandi


    L’inedita partnership si inserisce nell’ambito delle iniziative del gruppo bancario per estendere la fruibilità degli spazi delle filiali a tutti, non solo ai clienti della Banca. Una pasticceria aperta sette giorni su sette, con ingresso indipendente dalla filiale bancaria, caratterizzata dal laboratorio a vista su strada che consente di vedere lo staff di Massari all’opera. «Da tantissimi anni i miei clienti mi chiedevano di aprire una pasticceria a Milano e la proposta di Intesa Sanpaolo è arrivata nel momento giusto – dice Massari – Qui si potrà trovare un’ampia selezione delle mie creazioni: dalle monoporzioni, ai macaron, dalle torte alle praline. In questa nuova avventura avrò al mio fianco i miei figli, Debora nutrizionista ed esperta di pasticceria e Nicola, che da anni lavorano con me».

    Per il professionista bresciano è un momento molto positivo. Oltre a questa importante apertura (che potrebbe preludere ad altre, in ulteriori città italiane) Massari è impegnato in tv su Sky Uno HD con le nuove puntate di Iginio Massari The Sweetman, in onda quotidianamente all’ora di pranzo. Mentre, da sabato 21 aprile, sempre su Sky Uno HD, sarà la volta dello spin-off vip: Iginio Massari The Sweetman Celebrities con ospiti tra i quali Lodovica Comello, Pupo, Mara Maionchi e Diletta Leotta.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome