Aromi di territorio per bibite e birre Baladin per l’estate

L'agrumata Sud di Baladin e l'aromatica L'Ippa di Baladin sono le due recenti birre ideali per il consumo estivo, insieme alla bianca Isaac Sour, alle nove Extra Bibite e all'aperitivo Beermouth.

gamma Baladin per l'estate, con alcune Extra Bibite e le birre L'Ippa e Sud di Baladin

Sud di Baladin e L'Ippa di Baladin sono le due recenti proposte rinfrescanti del Birrificio Agricolo Baladin di Piozzo (Cuneo), sempre alla ricerca della valorizzazione degli ingredienti italiani di territorio. Si vanno ad aggiungere a birra Isaac Sour, all'aperitivo tonico Beermouth e alle nove Extra Bibite, tutte proposte ottime per l'estate.

Due prodotti che il suo creatore Teo Musso fa rientrare nel progetto "Dalla Terra alla Birra" lanciato a Beer & Food Attraction 2020 a RiminiFiera, iniziativa che ha preso il via nel 2011 con Birra Nazionale Baladin (birra chiara 6,5% alc, colore 10-12 Ebc, amaro 30-32 Ibu) seguita dalla versione Gluten Free (malto d'orzo e riso Carnaroli) e da birra Pop nel 2015, la prima birra chiara (10-12 Ebc) italiana in lattina 33 cl dalla grafica moderna e d'impatto di 6% alc, moderatamente amara (30-32 Ibu).

Sud di Baladin può essere definita anche come una Italian Mediterranean Ale, realizzata solo con ingredienti provenienti da varie regioni italiane:
orzo e frumento da Basilicata e Puglia;
agrumi come limone, arancia, mandarino e bergamotto da Puglia, Calabria, Sicilia e Campania;
luppolo dal Piemonte;
acqua delle sorgenti delle Alpi Marittime;
lievito coltivato nel piemontese Birrificio Baladin (Piozzo, Cuneo).
Alcune materie prime provengono da terreni di proprietà Baladin (che gli vale il titolo di Birrificio Agricolo), altre da coltivazioni controllate direttamente da personale di fiducia del Birrificio.

In questo modo il Birrificio Baladin sostiene l'attività del Consorzio Birra Italiana, nato l'anno scorso in collaborazione con Coldiretti e di cui Teo Musso è presidente, con l'intento di valorizzare la filiera agricola per i birrifici artigianali (birra non pastorizzata e non filtrata con una produzione inferiore a 200 mila ettolitri).
Nato per iniziativa di cinque soci (Baladin, Mastri Birrai Umbri, Altavia, Serro Croce e Malteria Agroalimentare Sud), il Consorzio raduna oggi dodici aziende, la cui produzione è di 58 mila ettolitri. «La produzione di birra artigianale – afferma Carlo Schizzerotto, direttore del Consorzio Birra Italiana –  è di 550 mila ettolitri, dei quali 1\3 da filiera italiana. Il nostro obiettivo è quello di recuperare la genetica produttiva italiana coinvolgendo tutti i microbirrifici che oggi sono 964».

Logo Artigianale da Filiera Agricola Italiana del Consorzio Birra Italiana

Sud di Baladin è una birra chiara di colore giallo opalescente (6-8 Ebc) e schiuma bianca, con note di cereali e agrumi, oltre che di coriandolo e luppolo. La gradazione alcolica è di 4,4%, amaro contenuto (10-12 Ibu), da servire a 8-10 °C , preferibilmente con carni bianche, pesce alla griglia, carpacci di pesce bianco e crostacei. Può essere abbinata anche con piatti di pasta alle erbe o risotto al limone, fritti leggeri, formaggi freschi insieme con composte di agrumi e miele di arancio. Disponibile in lattina 33 cl e fusto da 24 litri per la spina.

L'Ippa di Baladin è la versione 100% italiana delle India Pale Ale realizzate con luppoli aromatici. Infatti vengono impiegati luppoli americani Cascade, Chinook, Comet e Magnum, ma tutti provenienti da coltivazioni italiane. Il risultato è una birra ambrata (23-25 Ebc), di buona amarezza (31-33 Ibu) di 5,5% alc, da servire a 8-10 °C. Disponibile in bottiglia da 33 cl e fusto da 24 litri per la spina. Da abbinare a cibi dal sapore deciso come carni alla brace, hamburger e street food in genere.

Grazie alla loro leggerezza alcolica e aromaticità rinfrescante, Sud di Baldin e L'Ippa di Baladin sono particolarmente indicate per il consumo estivo, così come la birra bianca Isaac Sour, l'aperitivo tonico alla birra Beermouth(19% alc), servito freddo con ghiaccio o in cocktail, nato dalla collaborazione tra Teo Musso e i mixologist Dennis Zoppi e Giovanni Donadio, con l'impiego di una birra ambrata e 13 botaniche estratte con tecniche innovative come ultrasuoni e distillazioni sottovuoto.

Oltre alla gamma delle nove Extra Bibite Baladin, spesso realizzate anch'esse con ingredienti del territorio:
Spuma Nera (con radici di rabarbaro e scorze d'arancia)
Cola (con noci di cola della Sierra Leone, Presidio Slow Food)
Cedrata Bionda (con cedro della Calabria)
Ginger Rouge (con scorze di arancia amara e vaniglia, senza zenzero)
Mela Zen (con mela e zenzero)
Tonica al Fieno (con fieno maggengo delle Alpi Cuneesi, Premio Barawards by Bargiornale 2019)
Tonica (con chinino)
Agrumata (con arancia, mandarino, limone, bergamotto)
Ginger Beer (con zenzero e limone).
Tutte da servire da sole con ghiaccio o in profumati long drink.

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome