Sugli arretrati lo sconto Scf

Si aggiunge un nuovo tassello alla collaborazione tra Scf, il consorzio che rappresenta oltre il 95% delle imprese discografiche, e la Fipe. Dopo aver rinnovato anche per il 2010 la convenzione che prevede tariffe agevolate a beneficio degli associati Fipe, Scf ha voluto lanciare un ulteriore segnale distensivo nei confronti dei pubblici esercizi che desiderano mettersi in regola con il pagamento dei compensi riferiti agli anni pregressi: «A tutti gli associati Fipe che provvederanno al saldo dei compensi per gli anni pregressi entro il 31 marzo 2010 – afferma Gianluigi Chiodaroli, presidente di Scf – riconosceremo uno sconto forfettario pari a 35 euro, valido per tutte le fascie tariffarie».

Convenzione con le discoteche

L’accordo segue di poche settimane la firma della convenzione con discoteche, sale da ballo e locali di intrattenimento associati a Fipe-Silb, che interessa tutti gli esercizi ad apertura annuale con almeno 20 intrattenimenti danzanti nel corso dell’anno solare o quelli ad apertura stagionale (sei mesi) con un minimo di 12 intrattenimenti. Gli associati Silb con questi requisiti, sottoscrivendo il modulo di adesione scaricabile dal sito (www.scfitalia.it, sezione News) hanno diritto a uno sconto del 30%. La convenzione disciplina esclusivamente il diritto di diffusione in pubblico di fonogrammi e non il diritto di duplicazione, per cui fa fatta specifica richiesta. Anche in questo caso, con il pagamento del compenso Scf manleva gli esercenti da qualsiasi ulteriore pretesa avanzata da terzi.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome