Con il Monopoly crescono i Gratta e vinci

Gli ormai famosi “grattini” che, mese dopo mese, continuano a conquistare ampie fasce di mercato, rappresentano una delle maggiori voci nel bilancio annuale dei giochi. Un fenomeno in crescita costante, nonostante la concorrenza agguerrita in un settore in piena evoluzione. Tanto per comprendere meglio il concetto, nel 2009 l’insieme di lotterie tradizionali e di Gratta e vinci ha incassato 9,4 miliardi di euro, con una crescita dell’1,7% sul 2008. Incremento trainato principalmente dal persistente successo dei tagliandi – già disponibili – da 5 e 10 euro e dall’introduzione di un nuovo tagliando da 20 euro nello scorso ottobre.
Ancora nel 2004, quindi appena cinque anni fa, lo stesso comparto incassava “soltanto” 594 milioni di euro. Una crescita esponenziale dovuta alla passione degli italiani e alla costante capacità di proporre sul mercato novità in grado di solleticare i clienti. Il Gratta e vinci, con i suoi 24 tagliandi oggi disponibili presso la rete di vendita, continua così a essere il gioco preferito dagli italiani. Nel 2009 ne sono stati venduti circa 2,4 miliardi di pezzi, con un prezzo medio di 3,9 euro rispetto ai 3,6 dell’anno precedente.

Oltre 6 miliardi di vincite

Le lotterie istantanee nel 2009 hanno regalato vincite per oltre 6 miliardi di euro e hanno distribuito 580 milioni di biglietti vincenti, mentre nei primi mesi del 2010 sono stati elargiti in premi oltre 1,7 miliardi di euro tra i circa 17 milioni di appassionati che hanno acquistato un tagliando. E tra i dati non va dimenticato l’aggio, fissato all’8%, spettante ai rivenditori sparsi sul territorio. Sfornare novità, in un settore a elevata concorrenza come quello dei giochi, è d’obbligo. Per questo, dopo il biglietto milionario Turista per sempre, è stato recentemente presentato Monopoly, il nuovo tagliando ispirato al classico gioco del Monopoli, che quest’anno compie 75 anni di vita e vanta milioni di appassionati in tutto il mondo.
Il nuovo biglietto, dal costo di 3 euro, permette vincite fino a 200mila euro. «Il Monopoli è un gioco da tavolo molto amato – afferma Marzia Mastrogiacomo, direttore del Consorzio Lotterie Nazionali -. Il nuovo Gratta e vinci, per le sue peculiarità, pensiamo sarà particolarmente apprezzato soprattutto da quel pubblico che è cresciuto nel suo mito e ne ricorda la formula originale e avvincente».

Vietato ai minori

Monopoly introduce un’importante novità per quanto riguarda le iniziative del Consorzio Lotterie Nazionali in termini di tutela dei minori. Infatti, per la prima volta, sul retro del biglietto è stampato il logo “18+” per indicare, in modo ancora più evidente, che il gioco è riservato ai maggiorenni. Per questo motivo il bollino “18+” sarà presto introdotto anche su tutte le prossime stampe dei biglietti.
Monopoly, come tutti gli altri biglietti della gamma Gratta e vinci, riporta sul retro i segni distintivi dei tagliandi originali: i loghi Aams e Gioco Sicuro – bollino di garanzia dei giochi autorizzati dall’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato -, il logo del Consorzio Lotterie Nazionali, il codice a barre per la validazione delle vincite e le modalità di riscossione dei premi.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome