Sanpellegrino nomina Fabiana Marchini Head of sustainability

La manager, da 20 anni nel gruppo, è stata scelta per guidare la nuova task force di Sanpellegrino dedicata alla sostenibilità

Sanpellegrino_Fabiana Marchini

È Fabiana Marchini la manager scelta da Sanpellegrino per accelerare il suo percorso verso un futuro sempre più green. Marchini, classe 1974, laureata in Economia alla Bocconi di Milano, e con un'esperienza ventennale nel comprato delle acque minerali, è stata infatti nominata Head of sustainability e in questo ruolo guiderà il nuovo team di Sanpellegrino dedicato alla sostenibilità.

Voluta dall’amministratore delegato di Sanpellegrino, Stefano Marini, la nuova task force si occuperà di portare avanti l’impegno dell’azienda, punto di riferimento nel settore delle acque minerali e delle bibite analcoliche, nella riduzione dell’impatto ambientale delle sue attività, focalizzandosi in particolare sulla risorsa acqua, sulla produzione, sul packaging e sui trasporti.

Fronte sul quale Sanpellegrino è impegnata da tempo (leggi: La sostenibilità al centro delle strategie di crescita di Sanpellegrino), lavorando a monte e a valle della filiera per ridurre l’impatto ambientale nel packaging, diminuendo il peso degli imballaggi e utilizzando materiale riciclato, e mettendo in campo piani per l’efficientamento dei sistemi produttivi con l’utilizzo del 100% di energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili nei suoi stabilimenti.

Impegno che si manifesta anche nel campo della logistica, con importanti risultati. Il 41% dell’acqua del gruppo viaggia infatti già su rotaia, rimorchi ultraleggeri o su mezzi innovativi alimentati a Lng (gas naturale liquefatto), una scelta che ha portato negli ultimi 4 anni a una riduzione del 15% dell’anidride carbonica emessa per litro di acqua trasportata.

Attività che ora tocca a Marchini di potenziare, forte della sua ventennale esperienza maturata all’interno del gruppo. Entrata in Sanpellegrino nel 2001, in qualità di brand manager, Marchini ha ricoperto ruoli di crescente responsabilità, fino a diventare National account manager. In questo ruolo ha seguito il canale Take home gestendo le negoziazioni con i maggiori attori della grande distribuzione organizzata fino al 2014, quando è stata nominata Head of Ccsd department, funzione cross-canale dedicata all’elaborazione di strategie di categoria e di market & shopper intelligence.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome