Sarà sfida all’ultima polibibita nel concorso Cocchi dedicato alla miscelazione futurista: i finalisti svelati a Baritalia Hub

Avviso a tutti gli ardimentosi miscelatori d’Italia: sono aperte le iscrizioni per Miscelatore Futurista Record Nazionale 2016, la prima competizione nazionale di miscelazione futurista, organizzata da Cocchi.

L’iniziativa della casa astigiana si propone di rinverdire i fasti di un filone della miscelazione dove l’uso di prodotti del territorio italiano, dalla grande tradizione liquoristica agli spiriti, ai vini, con abbinamenti azzardati e provocatori, erano la base di quella che veniva concepita come una forma d’arte che doveva stupire e suscitare commenti in chi beveva.

Il recupero di questo stile è un progetto che Cocchi ha avviato due anni fa con la pubblicazione del libro La Miscelazione Futurista. Polibibite: la risposta autarchica italiana ai cocktail degli anni Trenta a cura di Fulvio Piccinino, proseguito con una lunga lista di presentazioni e seminari in Italia e all'estero e di cui il concorso è un ulteriore passo.

La sfida per l’ardimentoso miscelatore è dunque creare una polibibita (così i futuristi chiamavano i cocktail), secondo i canoni di questo stile, attenendosi strettamente al NeoManifesto del miscelatore futurista stilato da Piccinino.

Per partecipare al concorso occorre inviare, c’è tempo fino all’8 giugno, all'indirizzo barcocchi@cocchi.com, i propri dati personali, il nome del Quisibeve (bar, locale, scuola) dove si cimentano nella miscelazione e la formula originale della polibibita, specificandone la composizione e la preparazione.

Le 10 migliori ricette, selezionate da una commissione di esperti, parteciperanno alla finale in programma a Torino il 4 luglio, dove verrà decretato il vincitore, che farà parte del manipolo che porterà il Futurismo a New Orleans, negli Stati Uniti, in occasione del Tales of the Cocktail 2016.

I nomi dei finalisti del concorso saranno infatti svelati il 13 giugno a Baritalia Hub, la grande kermesse dedicata al mondo bar, organizzata da Bargiornale, che si terrà al Palazzo del Ghiaccio di Milano il 13 e 14 giugno.

La ricetta

La ricetta deve contenere massimo 5 ingredienti liquidi, dei quali almeno uno tra i prodotti Cocchi (minimo 3 cl). Sono ammesse decorazioni sia interne sia esterne al bicchiere, utilizzando un massimo di 6 ingredienti: le decorazioni interne dovranno essere edibili, quelle esterne possono non esserlo. È anche ammesso l’uso di un ingrediente “fatto in casa”, sia da decorazione sia nella formula, ma solo se etichettato con la dichiarazione di ingredienti e data di produzione, di origine locale, legato al territorio e alla tradizione italiana.

Secondo lo stile futurista, è proibito l’uso del jigger e del metal pour, ma si possono usare profumi, musica, rumori, luci e oggetti che richiamino il tema della polibibita o il periodo di riferimento.

La valutazione delle ricette avverrà sulla base di: aderenza storica, rispetto delle regole della miscelazione futurista, creatività e originalità della formula, tecnica di esecuzione e conoscenza e valorizzazione dei prodotti Cocchi.

La finale

Durante la finale ogni concorrente avrà a disposizione 5 minuti per predisporre il banco di lavoro e 15 minuti per la mescita della polibibita suddivisa in 3 bicchieri, completa di abbinamenti e decorazioni. La presentazione della polibibita alla giuria potrà essere accompagnata con una breve descrizione e con abbinamenti multisensoriali.

Per ulteriori informazioni sull’iscrizione e per il regolamento completo sono disponibili su www.cocchi.it/miscelatore-record-nazionale-futurista

CONDIVIDI

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome