Riparte Russian Standard Vodka Experience con due contest dedicati ai giovani bartender

Punta forte sui giovani talenti del bartending Russian Standard Vodka. Dal prossimo 21 aprile prende il via la seconda edizione di Russian Standard Vodka Experience, la manifestazione dedicata alle nuove promesse della miscelazione in ogni sua espressione.

Il progetto promosso da Gancia, che distribuisce in Italia la vodka russa, e realizzato in collaborazione con Eggers 2.0, infatti, coinvolgerà i flair bartender delle più prestigiose scuole italiane e i giovani barman classici di alcuni dei migliori locali della Penisola, rispettivamente, in una Flair Competition e in un Mixologist Contest.  

Alla prima prendono parte i giovani talenti di 15 scuole: Flair Academy di Milano, Sweet & sour di Torino, Accademia del bar di Bologna, Flair shop di San Martino Buon Albergo (Verona), Flair House di Villafranca di Verona (Verona), Barman at work di Varese, Flair Project e FBS Flair Bartender’s School di Roma, Flair Studio di Salerno, Bima Academy di Pozzuoli (Napoli), Joe Bar di Monopoli (Bari), The Bartending di Firenze, Hope Bartender di Brescia, PBS Academy di Noventa Padovana (Padova) e PBS Academy di Riccione (Rimini).

Si comincia il 21 aprile a Torino in concomitanza con il Torino Jazz Festival, nella sezione Fringe, dove i primi sette competitor si confronteranno nella gara di bartending acrobatico, nella quale verrà decretato il primo dei finalisti che accederà alla finalissima in programma il prossimo autunno a Roma.

Gli altri due finalisti verranno decretati nelle gare che si svolgeranno dopo l’estate a Milano e a Roma. Il tutto avverrà sotto gli occhi di una giuria di qualità, composta da esperti del mondo del bartending, della formazione e dei media, guidata da un vero artista della specialità, il campione del mondo Flair Bruno Vanzan, che vanta 23 vittorie internazionali, e testimonial d’eccezione di Russian Standard Vodka Experience.

L’apertura del Torino Jazz Festival darà il via anche al Mixologist Contest, dove a sfidarsi saranno gli otto barman degli otto locali partner del progetto. Questi avranno 2 minuti di tempo per preparare un originale cocktail a base di Russian Standard Vodka, che resterà nel menù del locale per l’intera durata del Festival, che si concluderà il primo maggio. A giudicare il drink una giuria di qualità anonima che ne valuterà aspetto visivo, originalità del nome, che dovrà essere ispirato al Jazz Festival, equilibrio gustativo, visibilità data nel locale.

La gara verrà riproposta nei due appuntamenti successivi di Milano e Roma, alla quale parteciperanno i barman dei locali partner della manifestazione nelle due città, in concomitanza con appuntamenti legati alla moda e al cinema. Anche in questo caso, in ogni tappa verrà decretato un concorrente che disputerà la finalissima a Roma.

I vincitori dei due contest si aggiudicheranno un viaggio a San Pietroburgo, per un’immersione nella distilleria di ultima generazione di Russian Standard Vodka e nella cultura russa.

L’impegno di Russian Standard Vodka nei confronti dei giovani bartender, infine, si manifesta anche nella sponsorship con il LoolaPaloosa di Milano che, in collaborazione con la scuola di barman Flair Academy Milano, ospita per il terzo anno la LoolaPaloosa Flair Championship, evento tra i più affermati al mondo e unica gara italiana a far parte del circuito WFA GrandSlam 2016.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome