Al via l’edizione 2017 del Loolapaloosa Flair Championship

Al via la quarta edizione di Loolapaloosa Flair Championship. La prima tappa della gara internazionale, che fa parte del circuito Grand Slam della Wfa (World flair association), è in programma oggi al Loolapaloosa di Milano, locale organizzatore della competizione insieme alla scuola milanese per barman Flair Academy.

Creatività, tecnica e abilità sono il seme della competizione, che chiama i bartender di tutto il mondo a sfidarsi nella preparazione di cocktail che sorprendano per gusto, presentazione e originalità, il tutto unendo differenti tecniche di spettacolo e di miscelazione. Obiettivo di questa quarta edizione è infatti riportare in auge lo spirito delle prestigiose gare di flair, dove le tecniche professionali di questa disciplina e le abilità nell’arte della mixology lavorano in sinergia.

Articolata in tre diverse tappe, le prossime sono in programma il 30 giugno e il 29 settembre, tutte al Loolapaloosa, dove si svolgerà anche la finale mondiale (la data deve essere ancora definita), ogni gara si svolge in due diverse fasi.

Si comincia con le qualificazioni, dove tutti i concorrenti iscritti alla tappa si cimentano, in 5 minuti di tempo a disposizione, nella preparazione di 4 cocktail, unendo sempre le tecniche di working flair e quelle di exhibition flair: 2 dei quali obbligatori, Russian Mule e Lynchburg Lemonade, e i restanti 2 a scelta del concorrente da una lista che comprende 9 diverse proposte.

I migliori 10 prendono parte al round finale, dove in 7 minuti devono preparare 3 cocktail, i due obbligatori (Russian Mule e Lynchburg Lemonade) più uno di propria creazione.

A valutare le loro perfermonace, una giuria flair, composta da big del calibro di Bruno Vanzan, Szabolcs Szoke, Armando Del Fiore e Matteo Zambon, e una giuria degustativa formata da due esperti del bere miscelato che rimangono segreti fino al momento dello svolgimento della gara.

I primi tre classificati per ogni tappa si aggiudicano un premio del valore, rispettivamente, di 800, 400 e 200 euro, ma soprattutto la possibilità di conquistarsi un posto nella finalissima. A questa, infatti, accedono i 9 concorrenti che hanno totalizzato il punteggio più alto in assoluto tra le tre tappe di qualificazione, ai quali si aggiunge il vincitore della Russian Standard Flair Competition.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here