Da Off il bancone è un palcoscenico

Quella di Off è una scommessa: dar vita a un dinner club esclusivo in un quartiere di periferia di Roma, Casal Bertone. Un rione finora conosciuto solo per i centri commerciali, su cui gli imprenditori Matteo di Persio e Francesco Curcio hanno puntato, mettendo sul piatto un locale di grandi dimensioni (400 mq su 3 livelli) congegnato e disegnato dall'architetto e progettista Antonino Cardillo. Protagonisti due barman di fama come Patrizio Boschetto (già Achilli al Dom) e Luca Devon Moroni (ex Acquolina e brand ambassador Molinari) e una coppia in cucina e nella vita, entrambi ex del ristorante stellato All’Oro, Adriano Magnoli, ex sous chef di Riccardo Di Giacinto e Antonella Mascolo, che nello stesso ristorante era la pastry chef.

  • Espandi

    Appena entrati, lo sguardo non può che posarsi sul bancone del bar, che domina il piano terra, dalle luci volutamente soffuse e un’atmosfera da lounge bar. Circa 25 i posti a sedere più una decina al banco: uno schema che si ripete anche nella zona ristorante. Il palco su cui si muovono Boschetto e Moroni è un bancone di marmo nero a specchio, che esalta il lavoro del mixologist grazie alla retroilluminazione progettata per rendere il bartender il protagonista assoluto della scena.

    Sake particolari e asian food

    In drink list, una decina di signature dagli echi giapponesi, in cui l’elemento orientale è spesso caratterizzato da etichette giapponesi non comuni, come particolari sake e shochu. Si gioca molto sul filone del food pairing e del cibo liquido, tanto che i drink vengono serviti con uno snack dal sapore orientale. Inoltre c’è un menù di distillati con oltre 200 etichette fra premium e superiori. Per quanto riguarda la zona ristorante, coordinata dal restaurant manager Paolo Carrara, basta scendere al livello inferiore del locale per entrare nel regno asian gourmet di Magnoli e Mascolo. I menù degustazione saranno da 50 e 70 euro. In alternativa, per chi sceglie un’esperienza giapponese a tutto tondo, basta sedersi al bancone del piano di sotto e osservare il sushi-man in azione (per le foto dell'articolo si ringrazia l'architetto Antonino Cardillo - © Antonino Cardillo architetto). A.T.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome