Vecchia Romagna presenta la nuova Riserva Anniversario per festeggiare il bicentenario

Vecchia Romagna Anniversario

Due secoli di vita in una bottiglia. È quanto ha voluto fare Vecchia Romagna per festeggiare il suo compleanno bicentenario. Lo ha fatto con una edizione limitata: la Riserva Anniversario. Un blend di Vecchia Romagna in cui la somma dei distillati raggiunge i due secoli, con i distillati più antichi che superano i 60 anni di invecchiamento. Il risultato è un brandy con un color ambrato, luminoso e brillante con riflessi mogano e caffè: al naso è intenso, complesso. Dotato di struttura e persistenza al palato grazie al suo grado alcolico al 48%. Le note della frutta sotto spirito e delle scorze d’arance mature si sposano ai sentori più strutturati della foglia di noce, del tabacco, del caffè e vini liquorosi.

Una Riserva che racchiude tutta la conoscenza e l’esperienza dello storico marchio di brandy, rispettando il metodo Vecchia Romagna nella produzione e mantenendo l’iconica immagine della bottiglia triangolare. Ma esaltandone ogni dettaglio. Per dare ancora più risalto a questa Riserva esclusiva infatti, Vecchia Romagna ha scelto l’antica arte dei maestri vetrai di Salviati Venezia 1859. Una collaborazione che ha dato origine a 200 esemplari in edizione limitata, numerati e firmati singolarmente. Pezzi unici fatti a mano, dove ciascuna bottiglia è un’opera d’arte irripetibile, diversa da tutte le altre, creata attraverso la tecnica del vetro soffiato. Cura e voglia di stupire anche nell’astuccio, realizzato con pellami italiani, e nel glorifier che la celebra: un piedistallo lavorato a mano a partire dalle doghe in legno ricavate dalle stesse botti in rovere in cui avviene il processo di invecchiamento di Vecchia Romagna.

Una Riserva Anniversario ambiziosa, che non teme il confronto per qualità e sostanza con i grandi del luxury beverage. Una creazione che onora Vecchia Romagna, ma anche l’eccellenza italiana. In ogni aspetto, dalle materie prime del distillato alla qualità degli artigiani del Bel Paese, dimostrando come il made in Italy, se vuole, è in grado di offrire il meglio anche nel mondo degli spiriti.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome