L’innovazione applicata al ghiaccio nei nuovi prodotti Ice Cube

ghiaccio

Tre nuovi prodotti ad alto valore di servizio: Ice Brick, Ice Cup e Flatpack. Parliamo di ghiaccio e quelle appena citate sono le new entry della gamma di soluzioni per professionisti del beverage di Ice Cube, azienda siciliana che ha avviato la sua attività nel 2010 imponendosi in breve tempo come una delle maggiori realtà italiane nella produzione e fornitura di ghiaccio alimentare confezionato. Un successo legato all’intesa attività di ricerca condotta dall’azienda finalizzata a offrire a baristi e bartender un prodotto puro, cristallino e sicuro, ma al tempo stesso, grazie a una proposta sempre più ampia e diversificata, in grado di rispondere a tutte le esigenze del servizio di bevande alcoliche e non alcoliche. Obiettivo che le nuove proposte, presentate durante una serata evento nella scenografica Terrazza Martini a Milano, al quale insieme a Simone De Martino, ad dell’azienda, hanno preso parte anche Bruno Vanzan, campione del mondo di flair bartending, e Carlo Stucchi, presidente di Inga (Istituto nazionale ghiaccio alimentare), colgono in pieno.

A cominciare da Ice Brick, il nuovo prodotto della linea Premium dedicata al mondo della miscelazione e al servizio degli spirit. Si tratta di una tavola di ghiaccio di forma quadrata, con dimensioni 25 X 25 e un’altezza di 5 cm, del peso di 2,5 kg, che consente di realizzare cubetti e sfere a un costo competitivo. Al servizio take away delle bevande, che si tratti di cocktail o soft drink, di succhi o frullati, tè o caffè, è invece dedicata Ice Cup, un bicchiere sigillato monouso, della capacità di 400 ml, che contiene cubetti di ghiaccio puro Ice Cube (per un totale di 130 g). Molto pratico, basta versare il liquido a temperatura ambiente e in pochi istanti si donerà alla bevanda l’effetto ghiacciato, è dotato di tappo provvisto anche di foro per la cannuccia. Infine, Flatpack, una soluzione che ha il suo concentrato di innovazione nell’esclusivo packaging protetto da brevetto. Si tratta infatti di una confezione che contiene 48 cubetti di ghiaccio da 3 x 3 x 3 cm, per un peso totale di 1 kg, racchiusi all’interno di un involucro trasparente sottovuoto, che consente di risparmiare il 38% del volume nello stoccaggio rispetto ai prodotti tradizionali che contengono la stessa quantità di ghiaccio.

Ad accomunare le nuove proposte, e tutta la gamma Ice Cube, che comprende anche il Ghiaccio in cubetti, Ghiaccio Crushed, Ice Deluxe (cubi di 5 x 5 x 5 cm), Ice Ball (sfere di 6,3 cm di diametro) e Ice Block (blocchi per l’ice carving con dimensioni 25 x 25 x 25 cm), è l’altissima qualità del ghiaccio, ottenuto dal congelamento dell’acqua minerale purissima proveniente dall’antichissima sorgente di Scillato, nel gruppo montuoso delle Madonie, in Sicilia, con un processo che prevede rigidissimi controlli per avere un prodotto finale sicuro e certificato.

ghiaccioTornando alla serata, a mostrare le infinite possibilità che tale gamma offre al bartender ha provveduto Bruno Vanzan (nella foto qui a sinistra) che ha presentando cinque originali ricette di drink, quattro di sua firma e una di Diego Ferrari: Vodka sour al lychee con ghiaccio in cubetti, Virgin Mojito al passion fruit, versione analcolica del Mojito con ghiaccio crushed, americano orientale, una rivisitazione dello storico aperitivo italiano con sfera di ghiaccio Ice Ball, Whisky sour dove ha utilizzato i cubi Ice Deluxe e French Mule, una rivisitazione low alcol dei Moscow Mule elaborata da Ferrari e servita nell’Ice Cup.

Vodka sour al lychee di Bruno Vanzan

Ingredienti:

4 cl vodka, 2 cl succo di limone fresco, 2 cucchiaini di zucchero bianco, 2 cl Mixybar Litchi Fabbri 1905

Virgin Mojito al passion fruit di Bruno Vanzan

Ingredienti:

2 cl succo di lime fresco, 2 cucchiaini di zucchero bianco, 3 cl Mixybar Passion fruit Fabbri 1905, rametti di menta, top di ginger beer

Americano Orientale di Bruno Vanzan

Ingredienti:

3 cl Martini Bitter Riserva, 3 cl Vermotuh Martini Riserva Speciale Rubino, 1 cl chai tea, top di ginger beer

Whisky Sour di Bruno Vanzan

Ingredienti:

4 cl Jim Beam Boubon, 3 cl succo di limone fresco, 2 cucchiaini di zucchero bianco, 1 cl albumina

French Mule di Diego Ferrari

Ingredienti:

4 cl St Germain, 10 cl ginger beer, 1/2 lime spremuto

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome