Revoca della licenza e sospensione della attività

Nel caso in cui l’esercente di un bar non abbia dato prova di asserite cause di forza maggiore che gli avrebbero impedito di eseguire le opere necessarie a riavviare la sua attività commerciale, il comune ha legittimamente fatto decorrere dalla data della prima comunicazione della chiusura dell’esercizio, il termine annuale di inattività, costituente il presupposto per l’adozione del provvedimento di decadenza ex art. 4 lett. a) l. 25 agosto 1991 n. 287.



Consiglio Stato, sez. V, 27 settembre 2004, n. 6321






CONDIVIDI

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome