Conto corrente: la Banca può variare le condizioni del contratto senza comunicazione al cliente?

Il decreto Bersani, convertito nella legge n. 248 del 4 agosto 2006 prevede l’obbligo per gli istituti bancari di comunicare per iscritto ai propri clienti le eventuali variazioni al contratto del conto corrente. Da questa innovazione deriva la possibilità per il correntista di recedere dal contratto senza costi aggiuntivi di chiusura del conto.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome