Cessazione dell’attività: quali sono gli adempimenti necessari?

La normativa di riferimento è generalmente rappresentata da disposizioni locali

E' bene subito chiarire che non esistono procedure uniformi a livello nazionale, e che la normativa cui fare riferimento è generalmente rappresentata da Leggi Regionali e dai vari Regolamenti Comunali.

Nel caso in cui si voglia cessare definitivamente l'attività e quindi restituire l'autorizzazione amministrativa al Comune, si deve compilare in ogni sua parte l'apposito modello previsto dalla locale Camera di Commercio.

Detto modello è generalmente scaricabile da internet e deve essere consegnato assieme all'originale dell'autorizzazione e ad una fotocopia (in burocratese, copia fotostatica) del documento di identità del titolare della licenza.

Il modulo generalmente non richiede né il bollo, né il pagamento di diritti.

Si ricorda che la denuncia di cessazione definitiva dell'attività deve essere comunicata dal gestore al Comune (Registro delle Imprese) entro 30 giorni da quando si è verificata.

Il mancato rispetto delle disposizioni in materia di cessazione dell'attività è generalmente punita con una sanzione amministrativa (multa) piuttosto salata.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here