Caffè Cagliari, un nuovo blend bio per festeggiare

Caffè Cagliari
La sede della torrefazione Caffè Cagliari e la latta di Puro 44 bio, lanciata per festeggiare i 110 anni di attività

Sono 110 gli anni di attività che Caffè Cagliari ha festeggiato nel 2019, con un susseguirsi di manifestazioni e iniziative, culminate nella festa di compleanno “Notte d’aroma” del 15 maggio. In questa occasione lo storico stabilimento in via Emilia Est a Modena ha aperto le porte a clienti, collaboratori e alle tante persone vicine alla torrefazione, che hanno potuto effettuare visite guidate nel reparto produttivo per scoprire i passaggi dal caffè verde alle miscele che si gustano ogni giorno al bar, a casa, in ufficio.
«È sempre un piacere - afferma Alessandra Cagliari, amministratore delegato di Caffè Cagliari - cogliere il grande interesse dei clienti e del pubblico nei confronti della nostra torrefazione quando organizziamo le giornate a porte aperte. Per noi considerare il barista e il cliente finale come parte della nostra famiglia è un percorso naturale che ci fa sentire vicino alle persone».

Il taglio della grande torta di anniversario ha visto vicini Alberto Cagliari e la figlia Alessandra, che ha raccontato la storia aziendale che prosegue da quattro generazioni: ad avviarla nel 1909 fu il bisnonno Ambrogio che, tornato dal Brasile dove si era innamorato del caffè, aprì in Piazza Grande la prima bottega per la tostatura e la degustazione di caffè. Da allora, passione ed esperienza, tradizione e innovazione contraddistinguono la storia aziendale.
«Abbiamo deciso di lasciare un segno di questa ricorrenza con Puro 44, una nuova miscela 100% Arabica da agricoltura biologica - continua Alessandra Cagliari -. Il numero 44 si riferisce ai cromosomi della varietà Arabica, il doppio della Canephora, più conosciuta come Robusta. Negli ultimi anni l’ambiente fa molto parlare di sé e i consumatori sono più attenti e sensibili alle tematiche ambientali. La nuova miscela, destinata al canale professionale, è un blend raffinato di origini di caffè a basso contenuto di caffeina, che provengono da piantagioni del Centro e Sud America, coltivate secondo gli standard dell’agricoltura biologica, sfruttando la naturale fertilità del terreno. L’espresso che ne risulta è piacevole e molto particolare: in tazza si colgono note di cioccolato e caramello, tipiche del Guatemala, e gli aromi agrumati che caratterizzano i caffè colombiani».

Tra i prodotti di punta della storica torrefazione modenese, le miscele Superoro ed Espresso Bar sono confezionate con una speciale valvola monodirezionale ad alta pressione che non consente la fuoriuscita dei gas che il caffè sviluppa dopo la tostatura. Grazie a ciò si crea all’interno della confezione un ambiente saturo di aromi naturali emanati dal caffè, che così conserva a lungo le proprie caratteristiche organolettiche.
Gli studi effettuati confermano che la valvola ad alta pressione garantisce un più elevato indice di freschezza rispetto a quella tradizionale e comporta una minore ossidazione dell’atmosfera contenuta nella confezione. È un pack che si distingue per la fisionomia a palloncino, in cui i gas che si sprigionano dopo la tostatura proteggono i chicchi di caffè.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome