Oro per le Bibite Sanpellegrino agli Adci Awards

A conquistare il premio nella categoria design il packaging pop della limited edition creata con Toiletpaper per le storiche referenze Aranciata, Aranciata Amara e Chinò

Bibite Sanpellegrino & ToiletPaper

Bibite Sanpellegrino premiate con un oro agli Adci Awards, punto di riferimento per la creatività e la qualità nella comunicazione pubblicitaria in Italia. A conquistare il premio nella categoria design, il packaging della limited edition delle tre storiche referenze della casa, Aranciata, Aranciata Amara e Chinò, nata dalla collaborazione con il collettivo artistico Toiletpaper, fondato da Maurizio Cattelan e Pierpaolo Ferrari.

Una collaborazione nata da un'idea di We Are Social, agenzia creativa milanese, che ha seguito e coordinato tutte le fasi di realizzazione del progetto, dallo sviluppo della grafica pop delle lattine (33 cl) da parte di Toiletpaper alla campagna a supporto del lancio della limited edition, che si è articolata sui canali Facebook e Instagram delle Bibite Sanpellegrino.

Una grafica che ha voluto esaltare i valori che hanno fatto delle Bibite Sanpellegrino una icona del gusto italiano: la creatività, l’attenzione alla qualità e all'autenticità, grazie all’utilizzo di ingredienti accuratamente selezionati, sapientemente coltivati e miscelati. Non a caso protagoniste della grafica dell’edizione limitata sono state le materie prime con le quali le bevande vengono realizzate, agrumi di alta qualità e 100% italiani, interpretate in piccole opere d’arte in chiave pop, tanto irriverenti quanto accattivanti, a rappresentare la perfetta unione tra gusto italiano ed estetica.

Così il succo delle arance che regala all’Aranciata il suo gusto unico, ha trovato la sua espressione in una grafica che reinterpreta in stile pop art suggestioni della pittura delle avanguardie del Novecento. Il gusto piacevolmente amaro e intenso dell’Aranciata Amara è stato invece rappresentato da un’iconica bocca voluttuosa, mentre il Chinò Sanpellegrino, che dal 1958 nasce da chinotti coltivati e raccolti come da tradizione alle pendici dell’Etna, è stato interpretato come una vera vittoria del gusto italiano, attraverso un’elegante mano femminile che inanella gli agrumi.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome