Al via i lavori per il nuovo polo logistico di Hausbrandt Trieste 1892

Hausbrandt amplia il quartier generale di Nervesa della Battaglia (Treviso) con un nuovo polo logistico. Il progetto della casa di torrefazione, di cui sono appena cominciati i lavori, prevede la realizzazione di un nuovo magazzino della superficie di 4.400 metri quadri, che consentirà un congruo aumento della capacità di stoccaggio del prodotto, ripartito in tre zone differenti: una per il caffè, una per la birra e una per il vino.

L’ampliamento del quartier generale si è reso necessario dalla crescita del business storico dell’azienda, legato al caffè, destinato al canale horeca e distribuito in Italia e all’estero, con una gamma di proposte che comprende Gourmet Columbus (una miscela di monorigini Arabica 100%, tra le quali il Colombia e l’Ethiopia Sidamo), Academia, H. Hausbrandt, Superbar, Espresso, Trieste e Decaffeinato). Cui si è aggiunto il parallelo sviluppo del filone legato alle bevande, con il marchio Theresianer per la birra, e Tenuta Col Sandago-Case Bianche per il vino, brand entrati nel gruppo da qualche anno.

Il progetto, curato dallo studio Pio&TitoToso di Zero Branco (Treviso), prevede la costruzione, nell’area verde esterna dell’azienda, di una nuova torre per il crudo che consentirà di ampliare le linee produttive fino a un raddoppio dell’attuale capacità di produzione, portandola a oltre 9.000 tonnellate di caffè annue, con un importante aumento del giro d’ affari. Allo stesso tempo, lo spostamento del magazzino della birra permetterà l’ampliamento dell’attuale zona di produzione e di imbottigliamento della bevanda.

La nuova realizzazione sarà all’insegna della sostenibilità: sul tetto delle nuove strutture, infatti, sarà installato un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica da fonte solare, energia che verrà utilizzata anche per alimentare la sede storica dell’azienda, situata di fronte.

Ogni area del magazzino sarà dotata di un sistema di riscaldamento e raffrescamento a pavimento, con regolazione della temperatura ad hoc a seconda del prodotto stoccato, in modo da garantire la perfetta conservazione dei prodotti e un ambiente lavorativo migliore.

Inoltre, i nuovi lavori comprendono anche la realizzazione di uno spazio da dedicare a un museo del caffè, accanto al quale sorgeranno un’area training per corsi di formazione sulla bevanda e le aree uffici logistica e produzione.

L’azienda, di proprietà della famiglia Zanetti (a destra nella foto in alto), è guidata da Fabrizio Zanetti, che da alcuni anni ha assunto la carica di amministratore delegato alla quale, dallo scorso gennaio, si è unita anche quella di presidente.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here