The Bar secondo Simone Micheli

The BaR è un progetto nato con la volontà di trasformare l’esistente Caffè del Borgo del quartiere Ventura - Lambrate, di Milano in un polo attrattivo dell’intera area. Un luogo di incontro, un crocevia di percorsi, uno spazio di passaggio ininterrotto in cui persone provenienti da ogni parte del mondo condividono spazi, pensieri, momenti. Ogni dettaglio è studiato per creare uno spazio energico, spontaneo, contagiato dalla voglia di fare e di movimento. Così sul pavimento, grigio chiaro, rimangono impresse le tracce del passaggio degli uomini. Sui tavoli i volti umani immortalati dagli scatti di Maurizio Marcato si susseguono e ripetono esasperando il valore dell’immagine come simbolo di esistenza. Piccoli triangoli, alcuni dei quali rivestiti in specchio, altri in tessuto, riempiono le pareti e muovendosi moltiplicano, sdoppiano, riflettono, imitano l’incedere delle persone, i loro gesti e l’apparire dei loro pensieri. Uno spazio dunque, che quotidianamente si costituisce in maniera differente sulla base delle relazioni che al suo interno prendono forma, sulla base dei volti e dei comportamenti di chi vi passa attraverso. Il progetto acquisterà forma concreta tra dicembre 2016 e gennaio del 2017. Stay Tuned!

 

Scheda progetto

design by Simone Micheli

Foto artistiche Maurizio Marcato

Esperienza sensoriale ImmersiveVR

Media partner Bargiornale

Social media partner Digital Strategies for DESIGN

Partner Abet Laminati, AD design, Arredolegnodesign, Casprini - Complementi d’arredo, Coex

DMP Electronics, eforma, Forbo Resilienti, GMC - Contract & Mobili, Glip – The Lighting Partner, MB Sedie, Nemes, Oikos - colore e materia per l’architettura, Sacea, Tao tessile, Treviso Made, Umbrosa

Partner tecnici Ceiem, Marcheselli, Staygreen Venezia

 

Who’s who

Simone Micheli ha fondato l’omonimo Studio d’Architettura nel 1990 e nel 2003 la società di progettazione “Simone Micheli Architectural Hero” con sede a Firenze, Milano, Dubai e Rabat. È curatore di mostre tematiche, “contract” e non solo, nell’ambito delle più importanti fiere internazionali di settore. Rappresenta nel 2007 l’interior design italiano partecipando al “XXX Congreso Colombiano de Arquitectura” a Baranquilla in Colombia e nel 2008 alla Conferenza Internazionale di Architettura per il contract ad Hannover in Germania. Firma nel 2008 la mostra “La Casa Italiana” nel Museo della Scultura “Mube” a San Paolo in Brasile; del 2009 sono le mostre presso il Museo “Franz Mayer” di Città del Messico e nel “Centro de las Artes” a Monterrey. È docente presso il Poli.Design e presso la Scuola Politecnica di Design di Milano.

La sua attività professionale si articola in plurime direzioni: dall’architettura all’architettura degli interni, dal design al visual design passando per la comunicazione; le sue creazioni, sostenibili e sempre attente all’ambiente, sono connotate da forte identità e unicità. Numerose sono le sue realizzazioni per pubbliche amministrazioni e per importanti committenze private connesse al mondo residenziale e della collettività. Tra i riconoscimenti nazionali e internazionali si ricordano: il “Best Interior Design” e il “Best Apartment Italy” con il progetto “Golfo Gabella Lake Resort” nella competizione “Homes Overseas Award 2007” – Londra (premio internazionale riservato ai migliori sviluppi immobiliari residenziali nel mondo); l’“International Media Prize 2008” - Shenzhen nella categoria “Annual Public Spaces Grand Award” e l’“International Design Award 2008” - Los Angeles nella categoria “Interior Design” con il progetto “New Urban Face” per la Provincia e il Comune di Milano; l’“Interior Designer of the Year” agli “International Design Award 2008” - Los Angeles; il “Best of Year 2010” nella categoria “Beauty, Spa e Fitness”, premio organizzato da Interior Design Magazine - New York, Usa e l’“International Media Prize 2010” nella categoria Annual Club Space Award, organizzato da Modern Decoration Magazine a Shenzen, China con il progetto Atomic Spa della Boscolo Hotels; il “Tre Number One Award 2011” - Venezia per l’interior design e il “Contemporary Spa Award 2011” nella categoria “Best Future Spa” - Bologna con il progetto “Marina Verde Wellness Resort” - Caorle, Venezia; “Best of Year Honoree 2012” nella categoria “Hospitality” organizzato da Interior Design Magazine, New York, con il progetto B4 Hotel (adesso Barceló Milan). Nel 2014 Simone Micheli ha vinto l’”Iconic Award”- Francoforte, nella categoria “Interior”: premio internazionale organizzato dal German Design Council, con il progetto “uffici e showroom” per RubensLuciano a Strà, Venezia. Nel 2015 con progetto di interior design ed illuminotecnico del Barcelò Hotel Milan Simone Micheli vince gli International Hotel e Property Awards | European categories – Hotel over 200 rooms. Infine a Dicembre 2015, per le sue qualità di interior designer e progettista, l’architetto Micheli, a Montecitorio, riceve il premio “100 Eccellenze Italiane” che lo vede attore tra i 100 illustri personaggi rappresentativi dell’eccellenza del nostro Paese. Appena agli inizi del 2016 l’architetto vince Best of Houzz Award 2016 | design, per la popolarità dei suoi progetti selezionati dagli oltre 35 milioni di utenti delle community di Houzz. I suoi lavori sono stati presentati nell’ambito delle più importanti rassegne espositive internazionali e ha tenuto conferenze e lectio magistralis presso università, istituti di cultura, enti e istituzioni di varie città del mondo. Molte sono le pubblicazioni su riviste italiane e internazionali e le interviste realizzate. L’ultima monografia Simone Micheli From the Future to the Past , edita nel 2012, rappresenta una selezione di 20 anni del suo fare progettuale.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here