La carica dei 101

Ricettario –

Esce la seconda edizione della Guida Galliano. All’interno storie e interviste ai bartender che dettano le mode dall’Europa all’America, all’Oceania

Ecco la storia, nuova e antica, di un pezzo storico della liquoristica italiana, noto come Galliano. In inglese, distribuita su scala mondiale, la guida è proposta in edizione limitata: solo mille esemplari. Rilegata nel caratteristico colore granata toscano, la guida contiene riferimenti inediti al patrimonio storico culturale di Galliano, il liquore di origine livornese (1896) frutto della lavorazione artigianale di 30 varietà di erbe e spezie lasciate macerare separatamente in alcol prima di essere unite tra loro e successivamente infuse e distillate. Nel volume sono raccolti aneddoti, vicende e modi di presentazione dei cocktail legati a Galliano L'Autentico. Alla sua stesura hanno partecipato esperti del settore come Dom Costa (che ha curato la prefazione) e il mixologist Agostino Perrone. Attraverso le ricette e le interviste a 101 tra i migliori bartender, raccolte dall'Europa agli Stati Uniti, all'Oceania, il volume (310 pagine con foto di David Brook) è lo specchio delle ultime tendenze nel campo della miscelazione. Tra le pagine troverete i ritratti e i cocktail di tanti nomi di spicco. Citiamo i “londinesi” Charles Vexenat (foto), Ales Olazs, Nick Strangeway, Mirko Falconi e Luca Cordiglieri, ma anche i “milanesi” Luca Pirola, Linda Puovic, Debora Cicero, Matteo Oddo e Fabio Bacchi.
«In sintonia con le caratteristiche organolettiche del liquore e con la ricchezza della sua tradizione italiana, volevamo che lo storico marchio Galliano riscoprisse le proprie radici italiane e si facesse promotore di un'iniziativa importante per il settore mondiale», ha dichiarato Guenal Fily, global brand director di Galliano, il marchio della Lucas Bols.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome