Atmosfere jungle per il party di Rum Don Papa a Roma

Un’ambientazione esotica ha trasformato il ristorante Il Fico di Roma in un pezzo di jungla per la grande festa di Rum Don Papa. Un’ambientazione che ha voluto ricreare l’atmosfera di Sugarlandia, ovvero Negros Occidental, l’isola al centro dell’arcipelago filippino dove viene prodotto il rum premium importato e distribuito in Italia da Fratelli Rinaldi Importatori di Bologna. È su quest’isola verde e lussureggiante, caratterizzata da un terreno vulcanico e da un clima tropicale caldo-umido, che vengono coltivate alcune qualità tra le più pregiate al mondo di canna da zucchero, la materia prima con la quale viene realizzato il Don Papa. Un rum, quello prodotto in lotti selezionati e limitati da Bleeding Heart Rum, con sede a Manila, che sempre più successo sta riscuotendo in Italia. Proprio il nostro paese sta conquistando il primo posto per trend di crescita tra i principali mercati del rum filippino, con oltre 100.000 bottiglie vendute nel corso di quest’anno.

In questo quadro si inserisce l’evento andato in scena nel ristorante capitolino, organizzato da Fratelli Rinaldi Importatori sia per celebrare l’ottimo andamento del prodotto, sia per regalare a un pubblico di professionisti e appassionati un’esperienza degustativa che ne richiamasse i suoi luoghi di origine. A prendere parte all’evento, che ha visto la partecipazione anche di Stephen Carroll, l’imprenditore inglese fondatore nel 2012 di The Bleeding Heart Rum, 200 ospiti che per l’occasione hanno indossato le maschere di animali appositamente realizzate dalla stilista inglese Charlotte Tiley.

In questa atmosfera di festa, Gabriele Rondani, marketing director di Fratelli Rinaldi, Anna Sgarzi e Fabrizio Tacchi, ambassador premium brands dell’azienda, attraverso degustazioni guidate hanno illustrato agli ospiti le peculiarità di Rum Don Papa, il suo gusto morbido ed equilibrato, donato da oltre 7 anni di invecchiamento in botti di rovere americano, il ricco bouquet, che dischiude note di vaniglia, miele e frutta candita, e l’avvolgente trama gustativa che emerge nel finale. Così come le possibilità di uso in miscelazione, proponendo alcuni drink, Darker Don, Negros e Don Papa Punch, a base del rum filippino. A donare ancora più brio al party in maschera, i balli e le acrobazie del corpo di ballo guidato da Lucy Ridley, già ballerina della Royal Opera House di Londra.

Le ricette  

Darker Don

Ingredienti:

4 cl Rum Don Papa, 1 cl succo di lime, 1 dash di Angostura Bitters, 10 cl Ginger Beer

Bicchiere:

old fashioned (o tumbler basso)

Decorazione:

avvolgere il bicchiere con una foglia di banano, 1 fetta di lime essiccato

Negros

Ingredienti:

3 cl Don papa 7 anni, 3 cl Vermouth 697, 3 cl Campari, peel arancia, spruzzata di whisky torbato

Don Papa Punch

Ingredienti:

4 cl Rum Don Papa, 1 cl succo di lime, 1 cl sciroppo di zucchero di canna, 1 dash di Angostura Bitters, 1 stecca di cannella e 1 pizzico di noce moscata in polvere.

Bicchiere:

old fashioned (o tumbler basso)

Decorazione:

1 fetta di lime e 1 stecca di cannella

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here