Ripple Maker, stampante 3D per cappuccini

Al posto dell'inchostro c'è polvere di caffè: è Ripple Maker, la stampante 3D ideata per decorare facilmente e velocemente tazze di latte e cappuccini.

Ripple Maker, stampante 3D per tazze di latte e cappuccini

Funziona come una stampante, ma invece dell’inchiostro nel toner c’è un estratto di caffè. La superficie su cui imprime i suoi segni non è carta, ma è la schiuma del cappuccino. Stiamo parlando della Ripple Maker, una nuova invenzione pensata per rendere la latte art più accessibile a tutti e per dare al bar uno strumento di marketing in più. L’idea è venuta a un gruppo di imprenditori, designer e inventori israeliani e statunitensi, che hanno dato vita a una startup, la Ripples, fondata e finanziata dalla società Steam CC, e tutta concentrata sulla produzione di questa macchina. Il suo punto di forza consiste nella capacità di tracciare sulla superficie bianca e schiumosa del cappuccino qualsiasi tipo di disegno o di scritta, con la massima precisione, depositando un sottile velo di polvere di caffè. Diventa così possibile accogliere ogni ospite del locale con un messaggio personalizzato, addirittura scelto dallo stesso avventore che può portare il suo disegno con la sua frase preferita su una pen drive e vederla riprodotta in un attimo, magari per offrire la bevanda a un’altra persona e aumentare, quindi, la socialità all’interno del locale e non soltanto i consumi. L’utilizzo per l’operatore è semplicissimo: si posiziona la carta con il cappuccino appena fatto sull’apposita base, si sceglie la decorazione da una libreria virtualmente infinita e rapidamente la stampa viene eseguita in modo completamente automatico. Il tutto si può gestire anche attraverso una app, dalla quale si possono scegliere scritte o disegni decorativi, che consente anche di individuare i locali dotati di Ripple Maker: l’attrezzatura può quindi essere inoltre usata come strumento di promozione. Il caffè utilizzato per la “stampa” viene fornito dal produttore in capsule speciali, che si acquistano on-line e vengono consegnate all’utilizzatore finale in tempi brevi. Un modo per introdurre anche nel bar le tecnologie digitali e trasformarlo in un’impresa high-tech.

1 commento

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome