La drink list del Contrabar diventa un giornale

La nuova drink list del Contrabar, il cocktail bar “invernale” del duo Gianni Dell’Olio e Francesco Di Gioia, finisce sul giornale. Il giornale in questione si chiama La Gazzetta del Contrabar, ed è edito dallo stesso duo e parte integrante del progetto del locale, inaugurato lo scorso anno nel centro di Bisceglie, in Puglia, aperto da fine ottobre ad aprile, quando i due bartender si spostano sul lungomare, sede del loro storico locale A’ Barraca.

Realizzata in formato tabloid, La Gazzetta non si limita a riportare l’elenco dei nuovi 14 drink che compongono l’offerta del Contrabar per i prossimi due mesi, ma come un vero giornale vuole anche informare.

«Abbiamo voluto fornire ai clienti uno strumento che, insieme alle informazioni sui vari cocktail, li introducesse, in modo leggero e simpatico, alla miscelazione – spiega a bargiornale.it Gianni Dell’Olio -. Che fornisse indicazioni su come bere e su vari aspetti del mondo bar, ma anche che condensasse e trasmettesse tutta la passione dell’intero team nel lavoro di ricerca che porta alla realizzazione dei drink, attraverso un gioco di rimandi tra alcuni importanti eventi della storia degli ultimi 70 anni e i cocktail a loro dedicati».

Il team del Contrabar:: al centro, in prima fila, Francesco Di Gioia e Gianni Dell'Olio

Strutturato e impaginato come un quotidiano, La Gazzetta del Contrabar ha le sue sessioni: Primo Piano, Economia, Cinema, Interviste dal mondo, Tecnologia, Eventi, Musica, Sport, Moda, Arte, Due ruote, Viaggi e Culture, Spettacolo, Automobili.

Ogni sessione riporta in sintesi la notizia relativa a un avvenimento, dagli anni Sessanta a oggi, che ha scosso l’immaginario collettivo, con il suo drink dedicato. I drink sono quasi tutti originali interpretazioni di grandi classici, realizzati con ingredienti di alta qualità, un mix di prodotti internazionali, materie prime del territorio e preparazioni home made, frutto di un lungo e accurato lavoro di ricerca e sperimentazione.

Del drink, accompagnato dalla relativa foto, vengono riportati ingredienti, volume alcolico, descritte le note organolettiche e spiegati alcuni ingredienti caratterizzanti. Ad esempio, l’evento che occupa la sessione Primo Piano è lo sbarco dell’uomo sulla Luna, avvenuto il 21 luglio del 1969. Il drink ispirato a questo fatto epocale si chiama Apollo 11, dal nome della missione spaziale che portò gli astronauti Neil Armstrong e Buzz Aldrin a mettere piede per la prima volta sul suolo del nostro satellite. Nella pagina, insieme alla foto dell’allunaggio e alla descrizione del cocktail troviamo due approfondimenti sul rye whiskey e sul Galliano, due degli ingredienti che, con lo Sherry fino, compongono la ricetta. Nella sessione cinema, invece, l’evento celebrato è la vittoria dell’Oscar da parte di Roberto Benigni (21 marzo del 1999) con il film La vita è bella, cui è dedicato il drink Robertooo, fatto con Tanqueray Gin, Oude Jenever, sciroppo di china, Bitter Violento e tintura di cardamomo. Nella pagina troviamo due approfondimenti, uno sul jenever, il progenitore del gin, e l’altro sulle tinture officinali.

Come per ogni giornale, immancabili nelle pagine finali le sessioni Oroscopo e Meteo. Nella prima c’è un simpatico oroscopo di 6 segni (gli altri 6 nel prossimo numero), ognuno dei quali si conclude con un drink consigliato dalle stelle, drink che fanno parte degli storici signature, ancora molto richiesti, firmati dal duo. Il meteo è suddiviso invece in quattro parti, mattina, pomeriggio, sera e notte, per ognuna delle quali, insieme alle strampalate previsioni, è proposto un grande classico indicato per lo specifico momento.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here