Crai porta nel mondo i Piaceri italiani

Fornire ai ristoratori di tutta
Europa una gamma di
prodotti autenticamente
italiani, da usare come ingredienti
di qualità nelle loro cucine: è una
delle direttrici di sviluppo individuate
da Crai, che punta sempre
di più sull’internazionalizzazione.
Dopo lo sbarco a Malta (100 punti
vendita), in Svizzera (150 punti
vendita), e in Cina – dove, nell’estate
2008 con i soci di Trading
Agro Crai (crai-supermercati.it),
ha aperto a Pechino Piazza Italia,
il più grande food center italiano
del mondo, che incassa 7.000 euro
al giorno – ora l’obiettivo è quello
di far decollare le esportazioni
delle gamme a marca commerciale
create per l’Horeca: ossia Del
Borgo, che copre il primo prezzo,e Piaceri Italiani, il premium price
che o re una selezione di specialità
note e meno note dell’enogastronomia
italiana. Crai esporta
nel canale Horeca anche alcune tipicità
della Linea Ortofrutta a Filiera
garantita 100% italiana, come
i pomodori Pachino.
Il gruppo distributivo, che ha 11 poli
nazionali, 2500 punti vendita e un
fatturato alle casse di 3,5 miliardi di
euro, ha già avviato dei contatti con
operatori del foodservice in diversi
paesi europei e le trattative sono a
buon punto in Olanda e Gran Bretagna.
Crai mira a trovare degli importatori
che riforniscano gli operatori
dell’Horeca, o rendo a punti
di ristoro autostradale, ferroviario,
bar e ristoranti una gamma di prodotti
davvero italiani.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome