Pronti a scoprire il nuovo Bargiornale?

Editoriale –

Il numero di settembre è ricco di novità: rubriche e servizi esclusivi, collaborazioni prestigiose, iniziative innovative e contenuti extra. Perché, come voi, il vostro giornale sa che il successo si conquista solo guardando avanti

State per sfogliare un giornale tutto nuovo. Nuovo nella sua grafica vintage. Che abbiate vissuto o meno gli anni '50-60, è sempre affascinante lasciarsi condurre da elementi e oggetti che testimoniano il processo della nostra evoluzione. Uno stile fortemente emozionale, dunque, perché fa parte della nostra storia, come Bargiornale fa parte della storia di tutti noi.
Richiami che pervadono il giornale, a cominciare dalla copertina: colori flou a contrasto con quelli industriali, caratteri di forte personalità che si alternano a font calligrafiche, label e ribbon che ammiccano alle pubblicità dell'epoca e usati a mo' di segnalibro per evidenziare gli articoli da non perdere. Indizi da ricercare nelle pagine che seguono. Così la fascetta “tvb bloody”, vi condurrà al servizio dedicato alle variazioni sul tema del Bloody Mary, il cocktail di Fernand Petiot, riproposto al Summer Eat & Drink Festival di Milano.
Un giornale nuovo nei contenuti, con rubriche e servizi esclusivi.

Il futuro è iniziato
Da questo numero Bargiornale tiene a battesimo Baritalia, il primo osservatorio sul mondo bar in collaborazione con TradeLab. Nei prossimi mesi sarete contattati telefonicamente dal nostro Centro marketing per rispondere a un breve questionario. Grazie al vostro contributo costruiremo la fotografia dei bar italiani, provincia per provincia. Fedeli alla mission di realizzare un giornale di servizio, strumento di lavoro per i professionisti, abbiamo arruolato i mixologist dell'Artesian di Londra, il miglior bar del mondo: in Shaker and Servant svelano i concept dei loro cocktail. Il gustosofo, Michele Di Carlo, mette invece a vostra disposizione il suo naso per scoprire cosa c'è dentro i prodotti, un'analisi sensoriale inedita per il succo Bio Plose Mela. E Tommaso Arrigoni, chef stellato di Innocenti Evasioni di Milano, testa nella sua cucina i Croissandwich Délifrance. Ma il nuovo Bargiornale è proiettato al futuro. Contenuti extra arricchiscono i servizi. Non perdete la lezione di flair di Bruno Vanzan attraverso la realtà aumentata: cercate il simbolo della app Artec, un'esclusiva Tecniche Nuove. Godetevi gli effetti speciali e scrivete sul nostro account Twitter (@bargiornale #batticinque) o sul gruppo Facebook.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here