Doreca integra l’offerta

Strategie –

Primo obiettivo: proporre referenze studiate per le diverse tipologie di canali. Questo il tema della prima convention del distributore dedicata all’intera filiera del fuori casa

Proporsi come partner unico per il canale horeca integrando beverage e food e fornendo a ogni realtà commerciale un’offerta specifica: questa la sfida di Doreca, distributore nazionale parte del Gruppo Tuo, di proprietà della famiglia Faranda.
L’azienda, nata nel 1999 come SoDiPar, società di distribuzione di bevande controllata da Birra Peroni S.p.A., rinominata nel 2004 Doreca sotto il controllo di SabMiller e rilevata dal Gruppo Tuo nel 2011, ha infatti vissuto nell’ultimo anno un importante cambiamento con l’acquisizione del ramo catering dalla società Vip, che ha portato all’allargamento della gamma ai prodotti alimentari, che si sono andati ad affiancare alle bevande. «In questo modo completiamo l’assortimento per i clienti, aumentando l’offerta e il servizio, grazie alla possibilità di abbinare al beverage anche il food e di diventare, quindi, partner unico. Anche perché in alcune aree del Paese abbiamo ormai raggiunto una penetrazione elevata per quanto riguarda le bevande e quindi per crescere vogliamo proporre agli stessi clienti anche il food», spiega Massimiliano Faranda, titolare, insieme ad Antonio Faranda, di Doreca, che oggi conta 21 depositi, 440 venditori e 300 automezzi.

La specializzazione di canale
Gli esercizi serviti sono 38mila, di cui la maggior parte bar (sono il 36% della clientela). Centrale nella strategia Doreca è operare nella logica di specializzazione di canale, proponendo ai clienti pacchetti ad hoc. «La nostra missione - spiega Faranda - è essere punto di riferimento per l’industria e per i nostri clienti, creando un legame tra questi due attori del mercato in modo da dar vita a sinergie per la realizzazione di prodotti e servizi adeguati».

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here