L’hamburger si è trasferito in salotto

Catene –

Il gusto è anche una questione di stile. Lo insegna McDonald’s, che ha dato vita a un restyling con otto sofisticate soluzioni di arredo

Da McDonald's si cambia. Entro fine anno la maggior parte dei 360 locali italiani del gruppo saranno rimodellati. E non avranno un solo nuovo look, ma ben otto. Tanti sono, infatti, gli stili che la catena di fast-food mette a disposizione dei suoi franchisee, i quali possono scegliere quello più adatto al loro locale, in base alla location, al tipo di pubblico e alle dimensioni dei fast-food.
Tutte queste soluzioni rientrano in un progetto internazionale, che declina in formule diverse, realizzate dagli art director della divisione francese della catena, un concept unitario e preciso: un arredamento contemporaneo, minimalista ma caldo e accogliente, con sale realizzate con cura, arredate con materiali naturali, giocati su diverse tonalità di colori morbidi e rilassanti.
Formule personalizzate e di design

Insomma, McDonald's porta il design nell'ambito della ristorazione veloce, per adattarsi ai gusti di un pubblico sempre più raffinato ed esigente. E per farlo, solo in Italia, ha investito oltre 41 milioni di euro, fra remodelling di ristoranti già esistenti e nuove aperture. Le otto soluzioni individuate da McDonald's si adattano alle diverse tipologie di clienti e alle loro modalità di fruizione. Per le famiglie, ad esempio, vengono usati colori caldi, come la terracotta e l'ocra, enfatizzati da caratteristici componenti di illuminazione e disegni sul pavimento che ripetono la disposizione del soffitto. Per il target dei 25-34 anni, invece, gli interni giocano con volumi e spazi per creare una varietà di ambienti che uniscono modernità di immagine e comfort di seduta con tavoli e comode sedute all'insegna di consumi più slow.
Per le tribù metropolitane c'è Qualité

Il primo assaggio di quello che saranno i McDonald's del 2009 (ma sono già 130 i locali rinnovati finora e per la fine dell'anno ne verranno pronti altri 60) è a Milano, in piazza Duomo, dove si può già mangiare un panino o un'insalata tra pareti-vetrina con frutta e verdura, quadri e tavoli di tono contemporaneo ed elementi di design (come le sedie e le poltrone di Vitra modello Eames e le lampade di Targetti). È il modello Qualité, un ambiente particolarmente ricercato, che si rivolge a un pubblico di giovani-adulti metropolitani. Ma, grazie alla presenza della Ronald Gym (la prima palestra con giochi e attrezzature sportive computerizzate rivolta ai bambini) e di una speciale sala per le feste di compleanno (colorata e insonorizzata), questo nuovo McDonald's è anche un luogo di ritrovo ideale per giovani famiglie con figli. In effetti, nei locali così riveduti e corretti cambia anche il “peso” dei vari spazi: si amplia quello per i bambini, attrezzato in modo che possano unire attività fisica e divertimento, e vengono creati ambienti particolari, come i McCafé: spazi d'offerta progettati per coprire altri momenti di consumo rispetto al fast food classico, come la prima colazione, gli snack con prodotti salati o le merende.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here