Alziamo l’asticella

Abbiamo scelto di dedicare la copertina di questo mese a David Wondrich. "L'iPod vivente in fatto di storia e ricette di drink", come l'ha definito il New York Times. Il che già vale una copertina. L'esperto di miscelazione, atterrato in Italia grazie all'impegno del Jerry Thomas Project di Roma e intervistato per Bargiornale dal bartender Paolo Baccino, si è fatto portatore di un messaggio importante: "Penso che ora noi siamo nella seconda età dell'oro del cocktail. Nel mondo intero la cultura del cocktail si sta diffondendo, senza fermarsi. Le persone continuano a guardarsi intorno, avanti e indietro...". Messaggio che noi di Bargiornale abbiamo sintetizzato in: "La storia siete voi". Perché nonostante i soliti bastian contrari, quello che sta accadendo oggi nel mondo, e nel bar italiano in particolare, è qualcosa di straordinario. La ricerca dietro il banco (caffetteria compresa) ha raggiunto livelli degni di nota, che vale la pena documentare per i posteri e non solo. Noi di Bargiornale lo stiamo toccando con mano attraverso quel laboratorio di ricerca itinerante che abbiamo battezzato Baritalia. In questo numero trovate tutte le ricette presentate nella prima tappa, a Milano, lo scorso 17 novembre. Al fine di promuovere la replicabilità delle stesse, come imposto dal regolamento, ogni singola ricetta (compreso abbinamento, guarnizione ecc.) non ha un drink cost superiore a 2 euro. Rispondo così preventivamente a quanti di fronte ad alcune preparazioni arricceranno il naso. L'invito è a leggere le ricette e guardare attraverso la realtà aumentata i video-tutorial, senza lasciarsi impressionare dalle apparenze. Vale la pena invece soffermarsi sul concept dei cocktail, sull'idea che sta dietro i singoli drink. Drink che spero presto di vedere nei bar italiani. Credo che sia giunto il momento di alzare l'asticella affinché la classe dei nostri bartender possa crescere (di numero e qualità). Senza contare che la ricerca applicata ai prodotti dà impulso all'industria. Basti pensare a quel che succede in Spagna con il fenomeno gin, un boom che ha contaminato persino la cucina e che ha dato vita in parallelo a una florida industrie delle toniche. Così come, grazie alla ricerca&sviluppo messa in campo dalle aziende, i professionisti del mondo bar hanno a disposizione prodotti e attrezzature che migliorano il lavoro e la gestione del punto vendita e ampliano l'offerta. Per rendersene conto basta dare un'occhiata all'inserto speciale dedicato al nostro premio Innovazione dell'Anno. Buona ricerca a tutti.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here