A Barfestival i cocktail di tendenza firmati Campari

Barfestival 2008 –

Matteo Fabbriconi, Nicola Gelati, Debora Cicero e Fabio Panichi sono i vincitori delle selezioni Skyy Vodka, Bitter Campari, Cachaça 51 e Vermouth Cinzano (gruppo Campari)

La sede di Bar University ha contenuto a stento il numero e l'entusiasmo di barman e barmaid che hanno partecipato alla seconda giornata della nostra Barfestival Cocktail Competition in programma lo scorso 16 settembre. In totale oltre centocinquanta concorrenti, ai quali si sono aggiunti giornalisti, rappresentanti del gruppo Campari, sponsor dell'evento, e amici dei concorrenti che hanno creato un'atmosfera davvero coinvolgente. Quattro le selezioni, dedicate ciascuna a un prodotto top del gruppo Campari: Skyy Vodka, Bitter Campari, Cachaça 51, Vermouth Cinzano. Record di adesioni per Skyy Vodka che ha registrato la preparazione di 63 ricette. Ha prevalso Matteo Fabbriconi (Bar del Centro, Vimercate-Mi) con il cocktail La Mora: nello shaker 6/10 Skyy Vodka, 3/10 sciroppo Lampone Toschi, 1/10 succo di lime, versare nell'old fashion e completare con Sprite. Posti d'onore per Francesco Tota (Grand Hotel Cadenabbia, Cadenabbia-Co) con Sweet Flower e Pietro Siano (Carpe Diem Caffè, Roma) con Sunrise. Nella categoria dell'intramontabile Bitter Campari si è affermato Nicola Gelati (Morrigan Music Live, Gragnano Trebbiense-Pc) con Emma's: nello shaker 2 cl Vodka Skyy, 2 cl Bitter Campari, 1 cl Cointreau, 2,5 cl di succo d'arancia, 1,5 cl di sciroppo al frutto della passione Monin, versare in old fashion. Secondo posto per Marco Del Bianco (Design Hotel Duomo, Rimini) con Nik e Dani; terzo posto per Alessia Puglisi (The Twin Pub, Letojanni-Me) con Titilla.
Gara di pestati brasiliani e rum venezuelani in degustazione
Festival di “pestati” per la sfida con Cachaça 51. Si è imposto all'attenzione della giuria Debora Cicero (Gold, Milano) con Just One: nello shaker 4 cl di Cachaça 51, 2 cl Pimm's n.1, 2 cl di succo di lime, 4 fragole pestate, 1 bar spoon di nettare d'agave, versare nell'old fashion, completare con Ginger Beer. Sul podio sono saliti anche Cristian Fanali (Samarcanda, Somma Lombardo-Va) con Blu Twister e Franco Aprile (Kaibo, Marina di Pescoluse-Le) con Area 51. Con il cocktail Marlise a base di Vermouth Cinzano ha conquistato i maggiori consensi Fabio Panichi (Event's Bar, Perugia): nello shaker 2/10 Cinzano Bianco, 2/10 Cinzano Dry, 4/10 succo di arancia e maracuja, versare nel bicchiere, aggiungere 2/10 polpa di fragole aromatizzata al litchee e gocce di acqua di fiori d'arancio. Riconoscimenti anche a Stefania Bertelle (Extro Grill Café, Mazzo di Rho-Mi) con Betty Boop e a Luca Gavioli (Caffè del Teatro, Mirandola-Mo) con Dai Thai. Ai quattro vincitori della rispettive batterie in gara sono stati consegnati i biglietti per la finalissima della Barfestival Cocktail Competition (Bangkok, 23-27 novembre). A lato della gara, è stata tenuta la presentazione-degustazione dei rum della Hacienda Santa Teresa (Aragua, Venezuela), distribuiti da Campari, negli invecchiamenti Gran Reserva Anejo (3 anni), Selecto (10 anni) e 1796 (oltre 20 anni, metodo Solera). L'applaudita presentazione è stata tenuta dalla giovane brand ambassador Arlene Fioravanti.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here