Mediterranei nella City

Dal mondo –

Francesco Mazzei, celebrity chef de L’Anima di Londra, e il barman, Christian Aragone, conquistano il pubblico con specialità che parlano italiano

Lui, come ha scritto il quotidiano The Guardian, è “la celebrità dei fornelli che ha portato la gioia della n’duja a Londra”. Al pubblico britannico è noto come il cuoco italiano, più precisamente calabrese, che ha prestato volto (e ricette) all’ultima campagna pubblicitaria della grande catena Pizza Express. Lo chef in questione è Francesco Mazzei. Classe 1973, originario di Cerchiara di Calabria, ex del Dorchester di Londra e dell’Eden Terrazza di Roma. Nel suo L’Anima, spazio di charme nel cuore della City, ha riscritto il made in Italy, proponendo ricette di casa nostra, in molti casi rielaborate e modernizzate. Un metodo di lavoro che ha fatto il successo della sua cucina, ma anche del suo “trendy bar”. Al banco propone cocktail, dall’accento mediterraneo, e abbinamenti inediti. Il bar è seguito da Christian Aragone, 36 anni milanese, che proviene da esperienze allo Smith’s of Smithfield (tempio londinese della cucina di carne) e al giapponese Sake No Hana. Spazi dove la ristorazione è il core business dell’attività e per farsi conoscere il bartender deve ingegnarsi. Christian Aragone, dietro la supervisione di Mazzei, lo ha fatto sviluppando un ventaglio mirato di ricette in sintonia con i menu dei locali dove ha lavorato.
Dietro il suo banco in granito nero e marmo, col fronte dai riflessi fluorescenti, l’offerta è ampia e diversificata. Va dai vini ai cocktail pre dinner. Tra i marchi di fabbrica un “burroso” signature cocktail. Si tratta di una variante dell’Espresso Martini dalla consistenza simile a una birra Guinness. Un drink dolcificato col liquore alla vaniglia del Madagascar al posto dello zucchero (nella pagina seguente trovate la ricetta). Tra gli altri esperimenti di Aragone un’interessante aperitivo a base di grappa, preparato con un distillato maturato in barrique di Bepi Tosolini, che viene shakerato, filtrato e bilanciato grazie all’aggiunta di una scorzetta di pompelmo. Gli ordini di cocktail sono abbastanza numerosi, specie se confrontati con locali omologhi. Sono 40 cocktail nelle giornate di punta e vengono proposti a 10 sterline (12 euro circa) un prezzo in linea coi cocktail bar più ricercati della città. Ai cocktail si aggiungono le tante richieste di spumante Franciacorta, Prosecco e l’immancabile birra, che piace soprattutto al cosiddetto cliente “regular”, quello comune. I “Bellinis” occupano ampio spazio nella carta. Tra i più apprezzati spiccano il Canaletto (Prosecco e frullato di lamponi) e il Tintoretto con spumante e succo di melograno.
La ricerca di Aragone, come sottolinea lui stesso, è stata influenzata da trend setter del bere miscelato come Giuseppe Gallo, oggi brand ambassador Martini ed ex bar manager del Sanderson Hotel. Non sorprende quindi di trovare nella lista denominata “Bar & All Day Menu”, accanto ai vini calabresi e al Vermentino di Gallura, anche ricette come il Pear Martini o un insolito Campari con lemongrass, ma anche martini aromatizzati con ingredienti come salvia, basilico e aceto balsamico. Specialità che vanno a braccetto con gli appetizer della casa. Al banco, e tra i comodi sgabelli in pelle bianca intorno ai tavoli dello spazioso bar (circa 120mq), sono offerte delle chicche, in “salsa calabrese”, della premiata maison Mazzei. Come i fritti di calamari (12,75 sterline), i peperoni arrostiti con burrata (9,75 sterline), il prosciutto di Norcia su pane cunzato (16,50) prodotti da forno, home made, come pizze e bruschette. Specialità ruspanti in un ambiente che, paradossalmente, ha una veste molto contemporanea.
Gli interni de L’Anima richiamano i loft newyorchesi con grandi vetrate sull’esterno e ampi soffitti, che regalano un ambiente luminoso. L’architetto Claudio Silvestrin si è ispirato alle qualità emozionali degli elementi della natura usando porfido, pietra calcarea e marmo. Un risultato minimal, geometrico, nel complesso austero

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here