Le recenti norme in tema di etichettature degli alimenti confezionati e sfusi

Decreto legislativo n. 114/2006

Il decreto legislativo n. 114/2006 - in vigore dal 7 aprile 2006 - ha recepito le direttive comunitarie 2003/89 e 2005/63, modificando radicalmente la metodologia di etichettatura degli alimenti confezionati e sfusi.

La novità principale è data dal fatto che ogni sostanza che appartiene all'elenco degli allergeni (vedi allegato 1, sezione III al decreto n. 114/2006), o sia da questi derivata, nel caso in cui sia utilizzata per la preparazione di un alimento destinato al consumo e sia presente, anche se in forma modificata, nel prodotto finito, dovrà essere obbligatoriamente indicata nell'elenco degli ingredienti, a meno che non figuri nella denominazione di vendita del prodotto finito (es. torta "alle nocciole", barretta "agli arachidi", ecc.), oppure menzionata nelle indicazioni inerenti i prodotti venduti sfusi.

Ne consegue che d'ora in poi risulterà estremamente problematico l'utilizzo di un unico cartello per gruppi omogenei di prodotti di bar, pasticceria, gelateria e gastronomia, come finora impiegato.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here