Bartender’s Guide to the best Mixed Drinks (Tokyo)

Autore: Kappa

Editore: Kasuga Boeki KK

Anno: 1953 - Revised edition

Duecentoventi ricette racchiuse in un manuale tascabile, pubblicato nella seconda metà del ventesimo secolo. Collins, Collers, Cups, Toddies. Queste le classificazioni, tipiche degli American drink. Non mancano Champagne Cocktail, Sidecar, Clover Club, classici del loro tempo, tra i tanti nomi di formule riportate al suo interno. Pubblicato a Tokyo, in Giappone, contiene ricette trascritte in due lingue: inglese e giapponese. Ad un primo sguardo, sembra stampato per addetti ai lavori di origine nipponica, destinato probabilmente ad una clientela internazionale, americana in particolare. Un segnale della grande crescita economica del Giappone, conseguenza della firma sul Trattato di San Francisco dell’8 settembre del 1951, passo importante di riavvicinamento agli Stati Uniti. Al netto delle vicende storiche, il manuale è un'interessante testimonianza del fermento culturale giapponese attorno all’arte del bere miscelato. Di influenza americana, il Giappone scoprí il mondo della mixology giá negli anni passati, basta ricordare un drink classico come il Bamboo cocktail, e il suo artefice Louis Eppinger, direttore del Grand Hotel di Yokohama nel 1889. Una interessante esplorazione nella Mixology del Sol Levante, non resta che augurare buona lettura.

Richiedi la password per scaricare il libro
Hai già la password? Clicca qui per scaricare il libro

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here