Valido il demansionamento se volto ad evitare il licenziamento del dipendente

Corte di Cassazione n. 18269/2006

Con la sentenza n. 18269/2006 la Corte di Cassazione si è pronunciata in tema di demansionamento del lavoratore dipendente, statuendo che il datore di lavoro può attribuire al dipendente mansioni inferiori a quelle per cui è stato assunto se tale decisione è il risultato di un accordo che volto a evitare al lavoratore il licenziamento per giustificato motivo.

La Corte ha infatti così stabilito : "Il diritto alla tutela della posizione economica e professionale del lavoratore - che l'art. 2103 c.c. (che prevede il divieto di qualsiasi pattuizione che introduca modifiche peggiorative della posizione del lavoratore, n.d.r.) realizza attraverso la previsione della nullità di ogni pattuizione contraria - deve trovare contemperamento con la tutela di altri interessi prioritari del lavoratore subordinato, quale quello alla conservazione del posto di lavoro; per cui deve ritenersi legittima una interpretazione non restrittiva della disposizione."




CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here