Alcol etilico per disinfettanti e aiuti ai bar: le iniziative di Bacardi e Diplomàtico

La "cattedrale del rum" di Bacardi a Cataño, a Porto Rico

Dalla produzione di spirit premium a quella di disinfettanti. È la strada imboccata da alcune realtà del mondo beverage, quali Bacardi e Dusa (Ron Diplomático), come contributo nell’emergenza sanitaria in corso. I due produttori hanno infatti deciso di convertire parte dei loro impianti dalla produzione di pregiati spirit a quella di alcol etilico, ingrediente indispensabile per la produzione di disinfettanti per le mani, sempre più richiesti e fondamentali per limitare la diffusione del contagio.

Per quanto riguarda Bacardi, l’operazione ha preso il via dalla distilleria di Cataño, a Porto Rico, dove viene prodotto oltre l'80% dei rum del gruppo. Qui è stata avviata la produzione di alcol etilico al 70% che, grazie alla collaborazione stretta con Olein Refinery, un’azienda chimica anch’essa con sede a Porto Rico, permetterà di produrre oltre 1,7 milioni di confezioni da 30 cl di disinfettante per le mani. I primi lotti di disinfettante sono stati donati ai dipendenti pubblici dello stato caraibico, quali lavoratori delle poste, vigili del fuoco e forze di polizia, oltre che alle persone coinvolte nella filiera del rum. Nei prossimi giorni circa mezzo milione di confezioni sarà distribuito gratuitamente alle comunità locali dell’isola e, a seguire, alle organizzazioni no profit attive a Porto Rico.

Anche Martini coinvolta nell'iniziativa

Operazione che, per far fronte alla crescente domanda globale di disinfettanti, la società in questi giorni ha esteso ad altri sette stabilimenti del mondo coinvolgendo anche gli altri brand del gruppo. A partire dal sito produttivo Martini a Pessione (Torino), che fornirà alcol per la produzione di igienizzanti per mani che saranno donati alla comunità locale, alla Croce Rossa Italiana e alle altre organizzazioni impegnate in prima linea a fronteggiare l’emergenza.

Gli altri impianti coinvolti sono quello di Bacardi Bottling Corporation a Jacksonville, in Florida (Usa), di Bacardi Rum a Tultitlán in Messico, quello di vodka Grey Goose nella regione del Cognac, in Francia, di gin Bombay Sapphire in Hampshire, in Inghilterra, di Dewar’s Blended Scotch Whisky ad Aberfeldy, in Scozia, e di Angel’s Envy Kentucky Straight Bourbon a Louisville, in Kentucky (Usa).

L'iniziativa di Diplomático in Venezuela

Un’iniziativa analoga è stata avviata in Venzuela da Dusa (Distelleria Unidas), il produttore di ron Diplomático, importato e distribuito in esclusiva per l’Italia da Compagnia dei Caraibi.

Dusa ron Diplomàtico
La distilleria Dusa in Venezuela, dove si produce Ron Diplomàtico

L’azienda ha avviato la produzione di alcol etilico destinato alla produzione di gel disinfettante e altri presidi medicali utili per evitare il contagio da Covid-19. I primi 10.000 litri di alcol prodotti sono stati consegnati al ministero della Salute del Venezuela, all’organizzazione no profit CorpoSalud, attiva nel campo pedagogico in tutto il paese, e al Comune di Simón Planas, nello Stato di Lara, lo stesso Stato nel quale sorge anche la distilleria.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome