Sfida tra 44 bartender a Challenge on Ice

Ritorno in Montagna per Challenge on Ice. Dopo Milano, Sestriere, Courmayeur, Andalo, Asiago e le tappe a Rapallo, a ospitare la quindicesima edizione del prestigioso concorso nazionale barmen e mixologist, nato dalla mente di Danilo Bellucci, sarà il Mont Blanc Hotel Village a La Croisette, La Salle (Aosta). Qui il prossimo 27 marzo si sfideranno 44 barman e barlady che si sono contraddistinti nella loro professione portando in alto i valori della miscelazione e della tradizione italiana dell’ospitalità, selezionati e invitati dalle aziende sponsor.

Il contest è infatti basato sulla formula a inviti: due concorrenti scelti da ogni azienda produttrice, ognuno dei quali dovrà realizzare il proprio cocktail originale. Le creazioni saranno valutate da una giuria tecnica e degustativa, quest’anno composta da Filippo Sisti, del Carlo e Camilla in Segheria di Milano, Francesco Cione, dell’Octavius, Replay the Stage di Milano, ed Ezio Falconi, tra i più noti imprenditori italiani del food&beverage e autore di 16 libri dedicati ai cocktail e alla loro storia, che sceglieranno il cocktail dell’anno. A presentare la serata sarà Stefano Nincevich, responsabile iniziative speciali di Bargiornale.

Ecco i concorrenti in gara: per il Consorzio di tutela Asti Docg, Emanuele D’Amico del Grand Hotel Royal e Golf di Courmayeur (Aosta) e Flavio Scanu dell’Hotel Principi di Piemonte di Torino; per Bepi Tosolini, Francesco Corona del Coffee and Good Spirits di Cuneo, Giulio Tabaletti del Gradisca Cafè di Genova e Lorenzo Uberti dell’Hotel Vittoria di Brescia; per Bonaventura Maschio, Rocco Fiorenza

Di X-Events di Marsala (Trapani) e Francesca Mannis del Sunrise Cocktail Bar di Falerna (Catanzaro); per Botran, Roberto Gallo di Lido Gallo di Falerna Marina (Catanzaro) e Tiziana Giacoma Sata dell’Honky Tonk Bourbon St di Parma; per Branca, Terence Balboni del Miralago di Baveno (Verbano Cusio Ossola) e Giovanni Parmeggiani del Ghe Sem di Milano; per Jack Daniel’s, Cristian Nicola Lodi del Milord di Milano e Giorgio Vicario del Beere Mangiare di Roma; per Campari, Alessandra Pitanti del Filippo Mud Bar di Pietrasanta (Lucca) e Alberto Poletti del Bar Mood Cafè di Borgomanero (Novara); per Tequila Casamigos, Salvatore Castiglione del Furchetti di Bologna; per D&C, Giuseppe Strumbo del Bar Relais de l’Ange di Courmayeur (Aosta): per Dr Shrub, Edoardo Garzelli del San Biagio Lounge Cafè di Palermo e Stefania Nanni della Pasticceria Nanni di Prato; per Galliano, Paolo Detragiache del MoMa Bar di Ivrea (Torino); per Gancia, Michael Guzzi di Spaccio delle carceri di Modena e Francesco Pogni del Walhalla Cocktail Bar di Biella; per Jose Cuervo, Kevin Osbat del Nu Lounge/Foodies di Bologna; per Marie Brizard, Pietro Pedrazzoli del Jom Bar di Tresivio (Sondrio); per Martini, Alessandro Bonventi del Mont Blanc Hotel Village di La Salle (Aosta) e Marco Neri del T’A Milano Store & Bistrot di Milano; per Ron Matusalem, Lucian Bucur del Chinese Box Bar di Milano, Luca Rossi del Muà Lounge Restaurant di Milano ed Enrico Scarzella di Il Rialto di Bologna; per Plantation, Mattia Lissoni del Pinch-Spirits & Kitchen di Milano e Mirko Turconi del Piano 35 Lounge Bar di Torino; per Real, Giorgio Chiarello e Marco Macelloni della Meeting Place Academy di Roma e Matteo Stafforini del Radici di Pavia; per Tassoni, Giacinto Tanese del Coccaro Beach Club di Fasano (Brindisi) e Tiziano Zanobini  del Funi 1898 di Montecatini Terme (Pistoia); per Trois Rivieres, Fabrizio  Giraudo del Coffee and Good Spirits di Bra (Cuneo), Cristian Guizzi del Bitter Bar di Firenze e Valerio Vitiello  del Dinus Arnad di Aosta; per Wild Hibiscum, Annalia Fontanini del Bar Sport di Aosta e Renzo Bussi di Bartender Consulting di Aosta; per Whitley Neil, Carlotta Linzalata del Lounge Bar Piano 35 di Torino e Andrea Panizzi di Casa Minghetti di Bologna; per Zubrovska, Marco Giuridio della Evho Academy di Torino.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here