San Carlo corre oltre le chips

Prodotti –

Oltre agli snack salati, l’azienda milanese investe anche nei dolci da forno

Alla base della fortuna San Carlo ci sono le patatine chips in busta. L’iniziativa nasce a Milano nel 1936 quando Francesco Vitaloni apre la Rosticceria San Carlo, friggendo patatine tagliate finemente. Il successo del prodotto lo convince ad aprire un’azienda specializzata. Il figlio Alberto, l’attuale presidente, nel 1962 decide poi di inserire nelle buste una piccola sorpresa per bambini (maschi e femmine): era nata la confezione San Carlo Junior che farà scuola in tutto il settore.
Oggi San Carlo è una delle società del Gruppo Unichips (Milano) con un fatturato 2010 di 310 milioni di euro, 2.200 dipendenti, 11 siti produttivi, 170 depositi in tutta Italia e una forza vendita di 1.300 agenti. Di recente il presidente Alberto Vitaloni è stato affiancato come vice dalla figlia Susanna. Presente in 20 Paesi, San Carlo sponsorizza il team Honda Gresini del Motomondiale, che ha avuto come prima guida l’indimenticabile Marco Simoncelli.

Altri marchi

Le patatine chips sono sempre la produzione principale (100 tonnellate al giorno), con solo il 27% di grassi e l’utilizzo di sale iodato. Inoltre il marchio San Carlo è impiegato per un folto gruppo di snack salati (Linea Party), dolci (Linea Pasticceria), pani e panificati. Nel corso degli anni si sono aggiunti marchi come Pai, Autentica Trattoria (per l’estero) e Wacko’s (per i più giovani). Inoltre sono stati acquisiti marchi in Francia (Flodor, Gardeil, Nutsy), Spagna (Crecs, Cropan), Gran Bretagna (Highlander).

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here