Quando il caffè si fa sistema e moltiplica le opportunità

La ricerca dell’eccellenza e il piacere per il buono sono da sempre le caratteristiche di Caffè Molinari. L’attività prende il via nel 1804, con un negozio di alimentari vicino a Piazza Grande, a Modena. Con il nuovo secolo apre il primo Caffè Molinari e nel 1944 prende il via l’attività di torrefazione che oggi ha sede in via Francia su 5.000 mq. Con i suoi diversi prodotti l’azienda emiliana raggiunge oggi 67 Paesi in tutto il mondo, oltre a vantare una radicata presenza in Italia. L’ultima novità è Xelecto (abbreviato XO), un sistema dedicato al canale professionale che è un vero “motliplicatore di gusti” in monodose ad alta grammatura e comprende quattro linee di prodotto. La prima è “Gli espressi” che comprendono tre referenze: “Deciso”, miscela corposa, con bassa acidità e gusto intenso e bilanciato; “Dolce”, miscela morbida ed equilibrata con note di cacao e corpo medio; “Delicato” per chi vuole un caffè 100% Arabica con note agrumate, dal corpo dolce ma con un retrogusto piacevole e persistente.

Specialità a tutte le ore

La seconda linea di prodotto è “Bio” (leggi box a sinistra) che porta anche nel porzionato il piacere di una miscela bilanciata e di un contenuto più elevato di antiossidanti e nutrienti. La terza sono “I monoorigine” e comprendono un Kenya con nota dominante di agrumi, un Guatemala dal delicato aroma floreale e un India, un espresso da meditazione con un retrogusto prolungato ricco di cacao e cioccolato. Infine vi sono “Le specialità”: Cioccolato e Arancia, un espresso adatto a ogni momento della giornata; Pan di Zenzero, una golosità da consigliare in alternativa al dessert, nel dopocena o per la merenda nel pomeriggio; Nocciolato, da servire sia caldo sia freddo con una crema densa e corposa; Cardamomo, per chi ama le note profumate, fresche e pungenti tipicamente orientali.

Ricettario intelligente

Ogni monoporzione è sigillata in atmosfera pressurizzata e mantiene integra a lungo la fragranza e la qualità del prodotto. Offrire XO non richiede l’ingresso di nuove apparecchiature nel punto vendita: è sufficiente la macchina professionale che il barista ha nel locale. Per chi vuole offrire specialità più ricche ed elaborate è stato messo a punto un ricettario con 14 preparazioni per ogni momento della giornata. A un anno circa dal lancio, Fabrizio Mengoli, direttore commerciale, fa un primo bilancio: «Con Xelecto abbiamo offerto al barista un sistema semplice e pratico da utilizzare che richiama l’attenzione del cliente e permette di articolare la richiesta di caffè in diverse tipologie e declinazioni di gusto. Gli operatori che hanno inserito questa offerta nei propri esercizi sono più di mille, soddisfatti per la qualità e la varietà della proposta».

 

Intervista a Fabrizio Mengoli, direttore commerciale di Caffè Molinari: «Il solito espresso non soddisfa più»

Dalla singola miscela a una gamma di diversi caffè e abbinamenti: pensate che questa sia la formula vincente?

Numerose ricerche di mercato e il nostro contatto quotidiano con i baristi dicono che la singola referenza, il “solito” espresso non soddisfano più. Al contrario il cliente vuole trovare qualcosa di nuovo e diverso da gustare e da “raccontare”. Fortunatamente il caffè ha davvero molto di nuovo da dire e in Xelecto il barista trova il modo più semplice per soddisfare la voglia di nuovo della sua utenza. Può infatti ampliare l’offerta con una soluzione pratica e veloce, di facile preparazione che permette di servire all’istante un caffè gourmet o aromatizzato, una buona miscela o una bevanda creativa e piacevole a base di caffè. Il menu, con le sue presentazioni rapide ed efficaci, permette poi di apprendere le caratteristiche delle diverse miscele e origini, dunque di avvicinarsi alla ricchezza del mondo del caffè.

I ricettati sono richiesti? Chi li gradisce maggiormente?

Piacciono a un pubblico trasversale e riescono ad avvicinare al caffè anche i giovani che spesso vedono in esso un prodotto lontano dai loro gusti, soprattutto nella versione espresso. Sono poi richiesti soprattutto fuori delle fasce orarie classiche di consumo. I più graditi sono il Wiener, che unisce crema di cioccolato, espresso Xo Nocciolato, panna fresca, miele di castagno e granella di nocciola, e il Caffè Leccese, espresso monorigine India, a cui aggiungere ghiaccio e latte di mandorla.

Per un bar una referenza bio rappresenta una carta in più?

Di nuovo torniamo ai trend in atto: il bio piace ed è ricercato, a casa come nell’horeca. Caffè Molinari investe da anni in questo comparto e ha creato una miscela Bio che incontra il gusto dei consumatori del bar che sono più attenti anche nei confronti di ciò che trovano in tazzina, per cui chiedono un prodotto sicuro per bontà e provenienza. È una scelta etica e di gusto rivolta a chi ha le idee chiare. E sono in tanti.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here