Quali sono i principali adempimenti per intraprendere l’attività di catering a domicilio?

Catering a domicilio: ecco cosa fare

Sempre più spesso i clienti chiedono al loro bar/pasticceria di fiducia di effettuare un piccolo servizio catering presso le loro abitazioni in occasione di feste o eventi particolari, quali anniversari e compleanni.

In questi casi i principali adempimenti per iniziare l'attività sono:

- denuncia di inizio della attività di somministrazione al domicilio del consumatore;

- denuncia di occupazione unità immobiliare per la tassa smaltimento rifiuti (TARSU);

- relazione Tecnico Descrittiva per la richiesta all'ASL della autorizzazione sanitaria.

Va evidenziato che in questi casi la prestazione principale del gestore è la somministrazione di cibi e vivande in loco.

Solitamente il gestore è comunque tenuto anche ad alcune prestazioni accessorie, quali, ad esempio, la messa a disposizione del personale, il rifornimento e la conservazione degli alimenti, la pulizia della cucina ed eventualmente degli altri locali.

Da un punto di vista normativo, la disciplina applicabile è quella prevista per l'appalto di servizi.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here