I due vincitori del Premio Ischia Internazionale di Giornalismo 2017, il reporter di guerra inglese Anthony Loyd e la scrittrice bielorussa Svjatlana Aleksievic, hanno ricevuto da parte dell'azienda e distilleria veneta Bottega altri due premi composti da bottiglie artistiche di grappa Alexander e Gold Prosecco Doc.

In occasione del Premio Ischia Internazionale di Giornalismo, Stefano Bottega, contitolare della omonima azienda e distilleria di Bibano di Godega (Treviso), ha consegnato al vincitore, il giornalista inglese Anthony Loyd, il Premio Bottega consistente in una bottiglia jèroboam (3 litri) in vetro soffiato di grappa Alexander che riproduce al suo interno una penna d'oca. Da ventanni reporter e inviato di guerra per The Times, Anthony Loyd ha sempre seguito da vicino molte situazioni "calde" (Bosnia, Sierra Leone, Afghanistan, Cecenia, Kosovo, Iraq), venendo anche rapito e ferito in Siria nel 2014. La consegna del premio è avvenuta nella Sala Azzurra dell'Hotel Regina Isabella di Lacco Ameno dopo la tavola rotonda "1957-2017: Sessant'anni della Penna d'Oro".

Sempre in occasione del Premio Ischia, Giovanni Savio, responsabile ufficio stampa Bottega Spa, ha consegnato una bottiglia magnum (1,5 litri) di Bottega Gold Prosecco Doc alla vincitrice del Premio Ischia per i Diritti Umani 2017, la bielorussa Svjatlana Aleksievic, Premio Nobel per la letteratura 2015 per la pubblicazione (in oltre venti Paesi) di diversi libri sui vari aspetti della crisi dell'Unione Sovietica. Oppositrice del presidente-dittatore bielorusso Lukasenko, Svjatiana Aleksievic vive esule a Parigi. La consegna del premio si è tenuta nello splendido scenario di Villa Arbusto-Museo Angelo Rizzoli, sempre a Lacco Ameno.

In questo modo l'azienda Bottega conferma la tradizionale collaborazione con il Premio Ischia che data dal 1997, sottolineando la propria attenzione per il mondo della cultura e del giornalismo che si avvale della tecnologia più avanzata per la comunicazione.

Fondato nel 1963 dal giornalista ischitano Giuseppe Valentino, il Premio Ischia Internazionale di Giornalismo è arrivato alla 38.a edizione ed è patrocinato, tra gli altri, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dalla Regione Campania e dalla Camera di Commercio di Napoli.

La giuria del Premio Ischia 38.a edizione: Giulio Anselmi (presidente agenzia stampa Ansa), Alessandro Barbano (direttore del quotidiano Il Mattino), Mario Calabresi (direttore del quotidiano La Repubblica), Luigi Contu (direttore dell'agenzia stampa Ansa), Virman Cusenza (direttore del quotidiano Il Messaggero), Enzo D'Errico (direttore del quotidiano Il Corriere del Mezzogiorno), Luciano Fontana (direttore del quotidiano Il Corriere della Sera), Carlo Gambalonga (vice presidente della Fondazione Premio Ischia), Sebastiano Maffettone (filosofo, docente ordinario Filosofia Politica all'Università Luiss di Roma), Clemente Mimum (direttore Canale 5 Tv), Mario Orfeo (direttore Tg1 Rai-Tv), Philip Willan (giornalista inglese, presidente Stampa Estera), Marteen Van Aalderen (giornalista olandese, corrispondente del quotidiano De Telegraaf), Sarah Varetto (direttore Sky Tg 24 Hd).

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here