Port Ellen 37 anni, magico preludio al Whisky Day

Organizzata da Milano Whisky Festival e da Diageo Italia, quella dello scorso 4 maggio non è stata l'ennesima masterclass tra appassionati e cultori di malti scozzesi. Condotta con il consueto stile e savoir faire da Franco Gasparri, senior brand ambassador di Diageo, è stata qualcosa di più e lo si è capito subito dalla fitta presenza di esperti che hanno affollato la sala conferenze del Marriott di Milano, tra i partecipanti alcune tra le massime autorità in materia come Giorgio D’Ambrosio, Max Righi, Franco Di Lillo, Nadi Fiori, e, soprattutto, dalla caratura dei single malt in degustazione, tutte Special Releases 2016 di Diageo: un Morthlach 18 anni (43,4%), un Glenkinchie 24 anni (57,2%), un Mannochmore 25 anni (53,4%), un Linkwood 37 anni (50,3%) e, dulcis in fundo, un Port Ellen 37 anni (55,2%).
Inutile dire che la “star” della serata è stata, come si poteva facilmente prevedere, il Port Ellen, presentato da Franco Gasparri come il whisky di culto per antonomasia. «Il 37 anni in particolare – ha commentato il brand ambassador – ha un fascino unico e rappresenta il vertice di esclusività della nostre Special Releases. Con le sue note profonde ed eleganti si conferma un distillato di gran classe proveniente, come sappiamo, da una distilleria ormai chiusa. Una condizione che ne aumenta ancora di più il fascino». Tra i single malt più apprezzati dalla platea, composta anche da diversi titolari e gestori di locali, anche il Mannochmore 25 anni, imbottigliato a pieno grado alcolico 53,4% in una limited edition di sole 3.954 bottiglie al mondo.
A chiudere la serata ci ha pensato Giuseppe Gervasio Dolci, organizzatore insieme ad Andrea Giannone del Milano Whisky Festival, che ha dato a tutti i presenti l'appuntamento per il Whisky Dasy del prossimo 20 maggio sempre all’interno del Marriott a Milano: un giorno intero dedicato alla conoscenza e degustazione del whisky con oltre 600 malti in mescita, provenienti da Scozia, Giappone e dal mondo.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here