Pausa pranzo a regola d’arte

Il Pinch di Milano ha ospitato la prima masterclass per baristi foodtender organizzata da Bargiornale in collaborazione con Fiordiprimi Academy. L'obiettivo? Fornire spunti, idee pratiche e consigli per creare una pausa pranzo a regola d'arte.

Per esempio preparando dei drink a basso tenore alcolico che possano aprire il pasto, accompagnare il piatto o concluderlo con un dessert liquido, come ha raccontato Mattia Lissoni del Pinch.

O anche semplicemente creando proposte nuove (dal girorisotto al bis di piatti regionali) e curandone l'impiattamento in modo da trasformare un "piatto da bar" in un piatto gourmet in poche mosse: lo chef Alessandro Tamburini ha sfornato una decina di idee.

Ma anche strutturando la propria organizzazione in modo adeguato per far fronte a un picco di lavoro programmabile: tutto si gioca in un'ora e mezza. E il servizio deve girare come un orologio svizzero, come ha spiegato Marco Ranocchia di Planet One.

Nel video, un racconto per immagini della giornata.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here