Metro Italia premia i bar più sostenibili

C’è tempo fino al 31 luglio per iscriversi al concorso Metro Horeca Star 2015, il contest ideato da Metro Italia Cash and Carry dedicato al tema della sostenibilità ambientale.

Il contest è riservato a tutti i titolari di piccole e micro imprese possessori di tessera Metro del settore Horeca (bar, ristoranti, pizzerie, catering, ecc.), residenti in Italia e nella Repubblica di San Marino, che presentano un progetto, già realizzato o in fase di definizione, che abbia come obiettivo il miglioramento dell’impatto ambientale della propria attività.

Nel progetto deve trovare applicazione almeno uno dei principi del Decalogo Metronomo 2014, messo a punto da Metro in collaborazione con IEFE Bocconi, il Dipartimento energia e ambiente dell’Università Bocconi di Milano, che contiene suggerimenti e buone pratiche a basso costo per aiutare i gestori a rendere più sostenibile l’attività. Pratiche che comprendono: la proposta di alimenti da produzione biologica o integrata e la prevenzione degli sprechi; l’utilizzo di stoviglie riutilizzabili o riciclabili; l’impiego di prodotti per la pulizia con certificazione ambientale; un’efficiente raccolta differenziata dei rifiuti; la riduzione degli imballaggi per i prodotti destinati alla vendita; il risparmio energetico; la riduzione dei consumi di acqua; una gestione green della logistica; la definizione di obiettivi, metodi e risorse per migliorare la gestione ambientale dell’attività; comunicare il proprio impegno per coinvolgere il cliente.

Per partecipare, i concorrenti devono compilare un apposito format (clicca qui per collegarti direttamente), esponendo il proprio progetto e spiegando come questo potrà portare valore alla comunità. Dopo l’iscrizione, si potrà condividere il progetto sui social network, invitando clienti e amici a farsi votare.

I 50 progetti più votati saranno valutati da una giuria composta da: Rossella De Stefano, direttore di Bargiornale; Antonio Cianciullo, giornalista de La Repubblica; Luca Conti, blogger; Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori; Lisa Casali, Food blogger di Ecocucina;  Fabio lraldo, Direttore IEFE Università Bocconi; Adele Rossetti, Direttore generale World Food Programme Italia.

La giuria, entro il prossimo 27 ottobre, eleggerà i tre vincitori sulla base di quattro criteri: fattibilità (ossia rapporto qualità/investimento), creatività (innovazione tecnologica e di processo), ricaduta di benefici sul territorio e aderenza ai principi del Decalogo Metronomo. Il primo classificato riceverà un finanziamento di 15.000 euro, di 10.000 il secondo e di 5.000 il terzo, da utilizzare per realizzare un progetto di sostenibilità ambientale.

Il regolamento e informazioni più dettagliate sul concorso si trovano sul sito www.metro.it.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here