Le Zero Guide navigano in rete

Locali –

Per l’edizione 2012, la Zero Guida di sei città italiane, più il Veneto, è consultabile anche via cellulare. In collaborazione con Vodafone, alla Triennale di Milano, dal 15 febbraio al 31 maggio, saranno presentate le migliori idee per internauti su cibo, arte, design, famiglia, musica, sport.

Nata a Milano nel 1996 con la formula “gratuita & tascabile”, Zero Guida segnala ogni anno i migliori locali e punti d'interesse di sei città italiane (Milano, Roma, Torino, Bologna, Firenze, Napoli), più un comprensorio (Veneto). Nel 2009 si è aggiunta l'edizione internazionale di Istanbul (Turchia). Inoltre per ogni città sono indicati i luoghi più significativi ricorrendo all'intervento di illustratori qualificati. Per l'edizione 2012, Zero Guida si è affidata a protagonisti della grafica come Hurricane Ivan (Milano), Vincenzo Filosa (Roma), Sergio Ponchione (Torino), Lise & Talami (Napoli), Davide Reviati (Bologna). Per la prima volta Zero Guida ha digitalizzato tutti i contenuti legati ai luoghi e, attraverso la geolocalizzazione e around me, è possibile ricevere in ogni momento e luogo le indicazioni più utili e preziose (applicazione scaricabile da App Store). In occasione della presentazione al Museo del Novecento di Milano il 20 febbraio, in collaborazione con Vodafone, è stata illustrata l'iniziativa Open, laboratorio sperimentale per condividere idee e contenuti web. Dal 15 febbraio al 31 maggio, le migliori idee per applicazioni mobili, eventi e serate strutturate su sei moduli (cibo, arte, design, famiglia, musica, sport) saranno realizzate alla Triennale di Milano. Ogni Zero Guida ha la copertina brossurata (10,5 x 15 cm), con 200 pagine circa, tiratura da 50mila (Bologna) a 120mila copie (Milano e Roma).

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here