Le grappe barricate di Averna

Aziende –

Una ricetta storica a base di erbe aromatiche per un liquore conosciuto in tutto il mondo. Ma l’azienda siciliana punta a una clientela più giovane proponendo altre modalità di consumo e lanciando prodotti originali e trendy

Come per tutti i marchi di successo, basta dire il nome della marca e si capisce subito a che tipo di prodotto ci si riferisce. Da 145 anni Averna è sinonimo di amaro, amaro siciliano per la precisione, con tutto il carico di aromaticità di questo liquore ricavato da erbe e radici della macchia mediterranea, un tipico dopopasto da bere liscio o con ghiaccio, conosciuto e apprezzato in tutto il mondo. Un prodotto di successo che ha portato l’azienda siciliana a raggiungere un fatturato di 200 milioni di euro, con una quota export del 20% indirizzata a Paesi come Germania, Austria, Svizzera e Usa. Da qualche anno però l’azienda di Caltanissetta sta elaborando una serie di proposte innovative sia per i modi di consumo alternativi di Amaro Averna sia per la presentazione di altri prodotti. 

Altre strade da seguire

Una strada inevitabile da percorrere è stata quella della miscelazione, con la creazione di una serie di ricette mix e l’organizzazione di eventi promozionali internazionali (Have Averna Contest) e nazionali (Averna Summer Tour). Da notare che sono stati studiati e presentati vari materiali di servizio, dal bicchiere a calice senza gambo (womb) al minicooler da banco per un servizio più rapido dell’Amaro Averna ghiacciato. Dopo aver lanciato i liquori alla frutta Limoni di Sicilia e Mandarini di Sicilia, Averna ha presentato un nuovo prodotto indirizzato alla fascia più giovane dei consumatori, Averna Cream che, grazie al mix di amaro e panna, è l’unico “cremamaro” presente sul mercato. Con soli 17° alcolici, può interessare e intrigare coloro che vogliono bere più leggero e preferiscono gusti più morbidi, senza rinunciare al gusto inconfondibile di Amaro Averna (29° alc). Un risultato reso possibile grazie anche al patrimonio di conoscenze liquoristiche dell’azienda Casoni (comprata nel 2009) acquisizione che si è andata ad aggiungere a quella della ditta dolciara Pernigotti (1995). Da notare che circa il 7% del fatturato viene dedicato agli investimenti nel settore ricerca e sviluppo; un impegno importante come quello nella comunicazione (10%), con alcuni slogan e spot passati alla storia della pubblicità.
Recentemente Averna ha presentato il restyling dell’intera linea di Grappe Frattina. Alle sette monovitigno originarie, sono state aggiunte tre novità caratterizzate da diversi passaggi in legno: Barrique Fumé Grappa di Cabernet; Riserva Barrique Grappa di Chardonnay; Amor Ligneo, acquavite di vino.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here