La Starbucks degli infusi conquista gli Usa

Tendenze –

Argo tea, una catena di locali fondata 4 anni fa a Chicago da due informatici armeni, non smette di crescere

Argo Tea è una catena americana in rapida crescita, dedicata al tè. In soli 4 anni di attività è riuscita a catturare i cosiddetti “giovani professionisti” e perfino l'attenzione del New York Times.  Quest'anno le vendite dovrebbero raggiungere i 5 milioni di dollari, ma le previsioni indicano un raddoppio del fatturato già per il 2008. Agli attuali 9 locali, nell'area di Chicago, se ne aggiungeranno altri in diverse città, a cominciare da Boston o Washington, nel 2009. Al timone di Argo Tea ci sono due esperti di tecnologia, Arsen Avakian e Simon Simonian, amici sin dall'infanzia a Yerevan, in Armenia. Nel 1990 i due approdano a Chicago per gli studi post-universitari e finiscono entrambi nel campo della tecnologia. Aprono una ditta di software, ma in una fase di crisi del lavoro Avakian si ritrova a passare molto tempo nei coffee shop. «Mi domandavo quale potesse essere il prodotto più vicino al caffè; in Europa è facile rispondere: è il tè, mentre qui negli Usa era una delle bevande meno consumate. Ma era l'opportunità che cercavo». Avakian convince l'amico Simonian a partecipare al progetto e i due ingaggiano Mark A. Cuellar, architetto di Chicago, per ideare gli interni, con lunghi tavoli stile biblioteca e punti d'accesso per wi-fi e Web.

Le specialità di Argo Tea
Il debutto avviene nel giugno 2003: il successo è stato tale che oggi da Argo Tea lavorano 150 persone. Molte le specialità che stanno facendo la fortuna della catena: Teappuccino, un cappuccino di tè preparato a scelta con infuso nero, rosso o earl grey; Maté Laté, con mandorle e latte oppure Tea Sangria, con tè all'ibisco ghiacciato e frutta fresca. Apprezzati anche il MojiTea, con menta dell'Armenia e lime fresco, l'Hibiscus Steamer, ricco di vitamine e il Tea Squeeze, con ibisco egiziano, limonata fresca e zucchero di canna. E la lista continua... «Per gli americani il tè è ancora un'area da esplorare, anche se nel mondo è al secondo posto nei consumi di bevande, dopo l'acqua - spiega Kari Ginal, responsabile del marketing -. Per questo, ancora oggi, durante i weekend, un barista offre assaggi da 5,9 cl ai passanti». Oltre a tè caldo e ghiacciato, Argo Tea serve anche sandwich, pasticcini e caffè, ma quest'ultimo esclusivamente di marca Illy.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here